Le scarpe in canapa di domani si chiamano DopeKicks. Hanno la tomaia in canapa e la suola in gomma riciclata e hanno fatto il pieno nel nuovo progetto lanciato da un gruppo di giovani su Kickstarter. A fronte di una richiesta di 8mila dollari, il progetto ne ha raccolti più di 245mila, e ora si appresta a fare il pieno anche su Indiegogo.

«Quando abbiamo iniziato DopeKicks, avevamo in mente una sola idea: costruire le scarpe più belle, ecologiche, super resistenti e impermeabili e renderle accessibili a tutti», raccontano i creatori spiegando che: «Ci sono voluti 4 mesi di campioni e viaggiare per trovare i fornitori giusti. Dovevamo garantire che il nostro materiale avesse la migliore resistenza rimanendo flessibile e durevole».

Sul riciclo della gomma per le suole spiegano che: «Abbiamo stretto una partnership con esperti produttori di suole portoghesi per creare suole riciclate realizzate con vecchie scarpe. Sono flessibili, resistenti e salvano l’ambiente allo stesso tempo».
L’industria mondiale delle calzature infatti produce oltre 25 miliardi di paia all’anno e la maggior parte finisce in discarica, o peggio, nei nostri oceani. Per le solette invece è stato scelto il sughero, un materiale ammortizzante naturale e indeformabile che riacquista sempre la sua forma dopo molti anni di utilizzo. Allo stesso tempo regola la temperatura e mantiene i piedi freschi in estate e caldi in inverno.

«In DopeKicks abbiamo trascorso mesi alla ricerca del fornitore giusto di canapa per garantire un tessuto premium non solo resistente e flessibile, ma anche impermeabile e resistente alla polvere. La nostra canapa è stata creata per respingere tutta l’acqua che entra. Durante il processo di produzione abbiamo aggiunto uno speciale strato di rivestimento che protegge il tessuto e le sue proprietà da macchie, liquidi e particelle di polvere».

a cura di Matteo Melani
Fonte: canapaindustriale.it





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.