polizia autobusUna scena assurda accaduta ieri a Lucca, che ha comportato l’interruzione del pubblico servizio di un autobus di linea con tanto di pubblica messa in stato di accusa dell’autista di fronte ai passeggeri: il tutto per una sigaretta artigianale, scambiata da un passeggero per uno spinello.

Un viaggiatore dell’autobus ha infatti scambiato la sigaretta che l’autista stava fumando prima di prendere il posto di guida con una canna e ha chiamato il 113 per denunciare il fatto. L’autobus intanto è partito e dopo pochi minuti una volante della questura è piombata  sul posto a sirene spiegate, intercettando il bus e facendolo fermare.

In pochi minuti ne è nato un caso. L’autista, stupito e imbarazzato, ha detto ai poliziotti che stava semplicemente fumando una sigaretta rollata col tabacco, ne è seguita una perquisizione durante la quale non gli sono stati trovati addosso altro che tabacco, filtrini e cartine corte. Ma non soddisfatti, gli agenti l’hanno invitato a recarsi in ospedale per effettuare un test antidroga, che ha dato esito negativo.

Insomma ore di lavoro perse, un accumulo di stress notevole, momenti di innegabile tensione. Tutto per una sigaretta artigianale e per l’eccesso di zelo di un passeggero e delle forze dell’ordine.

Intanto il sindacato e l’azienda dei trasporti lucchesi hanno rilasciato un comunicato in cui manifestano «amarezza per le modalità con cui si sono svolti gli accertamenti di rito, che sono stati particolarmente invasivi e di grande impatto emotivo per una persona che da molti anni è a servizio della città prima ancora che dell’azienda» ed hanno annunciato di valutare se intraprendere iniziative legali per tutelare l’autista.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.