«Non si può pensare al capitalismo, alla società e alla tristezza attuale solo in termini di scontro senza un’effettiva forma di resistenza immediatamente associata all’idea della creazione del nuovo, qui e ora». Questa la tesi sostenuta da Benasayag uno dei due autori del libro che presenta vari movimenti contro il dominio neoliberista nati negli ultimi 10 anni come le esperienze concrete caratterizzate dall’assenza di leader, o partiti di riferimento che non aspirano al potere come obiettivo politico. Il quadro che emerge è una chiara controffensiva al dominio capitalista con nuove forme di opposizione incentrate sull’abbandono della conquista del potere e la creazione di spazi di autonomia dal basso.

 





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.