Sono sempre belle le storie in cui le persone normali decidono di fare qualcosa per la comunità. In questo caso si tratta di due fratelli francesi, Gary e Sam Bencheghib.

Il 14 Agosto 2017 si mettono in kayak e percorrono quello che è considerato il fiume più inquinato del mondo, il Citarum River, in Indonesia. Portano con loro telecamere e macchine fotografiche. Vogliono solo documentare lo stato pietoso del fiume.

Ci mettono due settimane a fare 68 chilometri, dal villaggio di Majalaya, fino alla foce presso in mare di Java Sea. Quello che hanno registrato è spaventoso. Tratti interi di immondizia, plastica dappertutto, fiume colorato di rosso, blu e nero a causa degli scarichi in mare delle ditte tessili che non hanno depuratori. Sostanze chimiche, immondizia domestica, industriale, schiume e oggetti più svariati, inclusi carcasse di animali e pesci morti.

I loro video sono diventati virali in Indonesia e il governo, che forse un po’ si è vergognato, ha annunciato di avere avviato una campagna di emergenza per la pulizia del fiume. Il progetto coinvolgerà i due fratelli, i sindaci delle tredici città lungo i 68 chilometri di fiume perlustrati e il governo stesso.

Il fiume è in teoria fonte di approvvigionamento per 15 milioni di persone.  I kayak dei due fratelli, simbolicamente, erano costruiti con 300 bottliglie di plastica, per rappresentare che anche la plastica può avere una seconda vita.

Ma chi sono questi due fratelli di appena 20 e 22 anni? Sam Bencheghib è parigino di origini indonesiane, ed è stato un giocatore junior di tennis, semi-professionista. Da bambino con la famiglia si trasferì a Bali per qualche tempo. Lui e suo fratello notarono alcune spiagge piene di plastica e pensarono di cercare di ripulirle con l’aiuto di amici e volontari.

Si sono appassionati al tema ed hanno aperto pagine Facebook dedicate a pulire le spiagge di Bali, con il gruppo “Make a Change Bali”. Presi dal successo dell’iniziativa, il loro gruppo è poi diventato “Make A Change World“. L’idea è quella di mostrare i problemi di inquinamento e di cambiamenti climatici nel mondo.

Quando hanno scoperto che il fiume più inquinato del mondo è proprio il Citarum River, in Indonesia, di cui sono originari, Sam e suo fratello Gary che ha fatto studi di cinematografia, non ci hanno pensato due volte e sono partiti alla volta del paese con un cameraman e un drone.

Non sappiamo se il governo dell’Indonesia manterrà la promessa, ma intanto, ne ha parlato già mezzo mondo ed è un risultato. Speriamo che la pressione internazionale continui a durare fino a quando la situazione lungo il Citarum non sarà effettivamente cambiata.

Articolo tratto dal blog ufficiale di Maria Rita D’Orsogna





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.