dott-loiacono-emilio-alessio-medico-chirurgo-roma-medicina-chirurgia-estetica-rughe-cavitazione-dieta-peso-dimagrire-pancia-grasso-dietologo-nutrizionista-cellulite-cibo-senologo-psicol5

Sembra un paradosso, ma invece è davvero così. Secondo un recente studio condotto da un’équipe di ricercatori statunitensi, per tenere sotto controllo le aritmie, bisogna assumere ben quattro tazzine di caffè al giorno. La ricerca è stata condotta su un campione molto ampio e variegato: 130 mila persone, di età compresa tra i 18 e i 90 anni. Si è notato che il livello di rischio legato alle aritmie si riduceva del 18% nei volontari che assumevano tali quantitativi di caffè. Il rischio si riduceva di solo il 7% per chi ne consumava invece 2 o 3.

Naturalmente gli stessi ricercatori si sono raccomandati di dire che l’assunzione del caffè non costituisce assolutamente una cura. Però di sicuro questa può essere una buona notizia per chi soffre di aritmie e non dovrà rinunciare a bere il proprio caffè. Dosi moderate, infatti, potrebbero soltanto proteggere il cuore dalle alterazioni del ritmo.

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.