Contro-informazione

Quanta attenzione merita un attentato terroristico? Dipende dalla nazionalità di chi muore

Quanta attenzione merita un attentato terroristico? Dipende dalla nazionalità di chi muorePiù pesi e più misure. Una legge che funziona sempre sui media, ma che lascia particolarmente perplessi quando riguarda il valore da assegnare a delle vite umane.

Tutti noi ricordiamo ancora oggi gli attentati che hanno colpito la Francia, da Charlie Hebdo in poi, quelli in Inghilterra, in Belgio o in Germania. I media ne hanno parlato per settimane, con dirette, interviste, approfondimenti, celebrazioni varie. Lo stesso è avvenuto pochi giorni fa quando a New York un furgone ha travolto e ucciso otto persone in un attacco rivendicato dall’Isis.

Ma gli attentati non colpiscono in maggioranza l’occidente. Per ogni attentato che colpisce l’Europa o gli Usa ce ne sono decine, spesso più sanguinosi, dei quali non abbiamo nessuna notizia o quasi. Centinaia di morti in Iraq, Siria, Nigeria o Somalia non fanno alcuna notizia.

Pochi giorni fa a Mogadiscio, in Somalia, due camion bomba sono esplosi in pieno centro. Sono morte oltre 300 persone (il numero preciso non si sa ancora e, in fondo, non importa quasi a nessuno), almeno 15 di loro erano bambini. Molti media non hanno neppure dato la notizia, altri le hanno dedicato pochi secondi. Che senso ha tutto questo?

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button