img4La paura di volare può essere dettata da un’esperienza negativa durante un viaggio aereo, oppure da racconti negativi o aneddoti sfortunati. Spesso la fobia del volo è una deriva di tipo scaramantico/superstizioso, che include il timore della morte e dell’impotenza di fronte all’inevitabile. Quando sei una star di livello mondiale la paura dell’aereo può diventare un grande problema, come nel caso di Brandon Flowers.

Un ragazzo che al contrario di molti colleghi conduce una vita piuttosto “casta”, non tocca un goccio di alcool da addirittura 8 anni per via del mormonismo che segue con massima devozione. La fobia del frontman dei The Killers risale al suo periodo adolescenziale, quando durante una seduta spiritica una tavola Ouija pronosticò il giorno della sua morte, il 21 giugno. Purtroppo per suonare al Festival di Glostonbury dovette attraversare l’oceano in volo proprio il giorno pronosticato. Passato incolume pensò di aver sconfitto definitivamente il timore per il volo. Ma le fobie sono dure da battere e successivamente Brandon rilasciò questa dichiarazione: «Siamo partiti per Bogotá, il tempo era turbolento e non ho mai avuto così tanta paura in vita mia. Anni fa ero andato da uno psichiatra per combattere la paura di volare. Quel volo ha rovinato tutto. Era come se avessi perso tutto l’allenamento mentale a cui mi ero sottoposto. In quell’occasione me ne sarei fatto un paio di drink. E grandi!».





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.