Nei dibattiti sulla cannabis, che siano ad una conferenza o in televisione, quando un proibizionista si trova davanti studi, articoli e dati precisi, in genere rimedia solo brutte figure.

E’ successo ad esempio a SkyTG 24 di recente, quando il nostro direttore Matteo Gracis è stato ospite insieme alla dottoressa Franca Davanzo (direttore centro antiveleni Niguarda Milano), e ai politici Maria Teresa Bellucci (FDI) e Riccardo Magi (+Europa).

Di seguito gli approfondimenti riguardo i temi che sono stati trattati e il video del confronto.

1. La cannabis e le sue virtù terapeutiche. E’ un tema ampio che non si può esaurire in poche battute. QUI trovate un articolo con un’ampia panoramica e link a vari approfondimenti.

2. Le possibili problematiche dovute ad un abuso di cannabis in giovane età. Anche questo è un tema che andrebbe affrontato con serietà e pacatezza, senza creare allarmismi né dall’altro lato far finta che la cannabis non abbia effetti collaterali. QUI trovate un nostro approfondimento sul tema.

3. La cannabis legale in USA è il settore che sta creando più posti di lavoro. Parlare di cannabis oggi, significa parlare di un’economia florida che crea posti di lavoro, fatturati e tasse. In America in poco più di 3 anni sono stati creati più di 200mila posti di lavoro a tempo pieno, leggi l’articolo QUI.

4. Aumento degli incidenti e di visite psichiatriche in Colorado dopo la legalizzazione. Anche questo è un tema che andrebbe trattato nel modo corretto, e cioè utilizzando le statistiche ufficiali e contestualizzando i dati, se no è un’operazione che non ha senso. Noi abbiamo provato a farlo in questo articolo, con dati precisi e opinioni di esperti che studiano attentamente il fenomeno.

5. “Con 30 grammi si può fare una canna”: il bluff italiano sulla cannabis light. Questa è una frase che si sente spesso dire da proibizionisti di ogni sorta per delegittimare la cannabis light. E’ un’affermazione senza senso e QUI vi spieghiamo perché.

6. “Il Consiglio Superiore di Sanità ha chiesto di vietare la vendita di cannabis light”. Altro cavallo di battaglia per screditare la light. Anche se in realtà il CSS ha semplicemente detto che “la pericolosità dei prodotti contenenti o costituiti da infiorescenze di canapa non può essere esclusa”. QUI trovate il nostro articolo a riguardo.

7. Ma ad oggi, la cannabis light è ancora legale? Assolutamente sì, e QUI vi spieghiamo perché.

8. Salvini dopo la bocciatura dell’emendamento sulla cannabis light all’interno della legge di bilancio ha esultato anche a nome delle comunità di recupero. Peccato che il giorno dopo il coordinamento delle comunità l’abbia smentito dicendo che non si sentono rappresentati da Salvini e dalle sue politiche in materia di stupefacenti. Leggi l’articolo QUI.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.