unnamed2

Un giovane studente di ingegneria, Giovanni Milazzo, ha fondato a Catania la Kanesis, una startup che si occupa dello sviluppo di nuovi prodotti ecologici utilizzando scarti di origine vegetale.

Uno dei progetti sperimentali più promettenti della Kanesis è l’Hempbioplastic, un materiale innovativo costituito da resti di canapa amalgamati con una resina naturale che è servito alla realizzazione di un prototipo di filamento per la stampa in 3D.

Confrontata con le bioplastiche tradizionali, quella in canapa si rivela più leggera, più economica e più resistente. Hempbioplastic si presenta come un materiale visibilmente simile al legno, ma con proprietà analoghe alle plastiche petrolchimiche che tutti conosciamo, con la sostanziale differenza di essere totalmente ecologica e biodegradabile.

Le potenzialità del riuso degli scarti della canapa e di altri vegetali sono molteplici e applicabili a diversi settori, infatti Milazzo e il suo il team hanno già dato il via ad una campagna di raccolta fondi per lavorare a dei nuovi progetti, partendo da biocarburanti, carta e biomattoni per arrivare alla produzione di energia pulita.

«Il petrolio prima o poi finirà e non potremo cambiare i nostri modelli produttivi tutto d’un tratto: noi ci stiamo organizzando per tempo» così Giovanni motiva la scelta della Kanesis di far affidamento sulla canapa come risorsa naturale e rinnovabile per il futuro.





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.