AntiproibizionismoHigh times

Politiche sulle droghe, le 7 richieste delle associazioni alla politica in vista delle elezioni

Da Antigone, alla Associazione Coscioni, dalla Lega Italiana per la lotta contro l’Aids alla Cgil, passando per Comunità Abele, Coordinamento delle comunità di accoglienza e coop sociali. Un mondo variegato che si è ritrovato sulle stesse posizioni per proporre “7 punti per una nuova politica sulle droghe” alle forze politiche in vista della formazione del prossimo governo.

Il documento, che è stato presentato ieri al Senato, riprende le richieste e le proposte elaborate e condivise già con il Manifesto Genova nel 2014 a poi con la Carta di Milano del 2015. Questo pone a chi si candida a governare l’Italia sette punti sui quali è necessario intervenire con urgenza per offrire al paese politiche sulle droghe adeguate alla società in cui viviamo, frutto di dialogo con la società civile e che garantiscano ai servizi le risorse necessarie per essere applicate.

Il testo non si occupa solo di cannabis, spesso l’unica sostanza al centro del dibattito politico, ma chiede un deciso cambio di passo per risolvere i problemi legati ai consumi di droghe pesanti, alle malattie trasmissibili e al rilancio dei servizi territoriali. Quello che si chiede inoltre al prossimo governo è trovare una posizione univoca, coraggiosa e possibilmente concordata con le associazioni in vista del vertice Onu sulle droghe che si terrà a Vienna nel 2019.

Il testo chiede la completa revisione del Testo unico sulle droghe. Le persone che usano sostanze devono essere liberate tanto dal rischio di criminalizzazione penale e amministrativa quanto da quello di stigmatizzazione. Completa depenalizzazione del possesso e della cessione gratuita di piccoli quantitativi di sostanze destinati all’uso personale, anche di gruppo, ivi compresa la coltivazione domestica di alcune piante di cannabis destinata al consumo personale anche in forma di Cannabis Social Club.

Si chiedono inoltre misure per contrastare le morti per consumo di eroina, a partire dall’approvazione anche in Italia di una legge “del buon samaritano” che tuteli da possibili azioni penali chi avverte i soccorsi nel caso di emergenze sanitarie legate alle droghe. E, soprattutto, si chiede al prossimo governo di ricominciare a parlare con le associazioni per pianificare interventi razionali, non basati sulla sola repressione, ma sulla riduzione del danno e sull’attuazione di politiche coraggiose. Il documento completo approvato dalle associazioni è consultabile a questo link.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.