cannabisDopo la prima fase sperimentale, dove la cannabis era disponibile solo presso le farmacie ospedaliere, la regione Piemonte si appresta a dare il via libera per la distribuzione dei farmaci cannabinoidi in tutte le farmacie. Ad affermarlo è stato l’assessore regionale alla sanità, Antonio Saitta.

«Quanto emerso conferma la bontà della scelta che abbiamo adottato, quella di limitare a sei aree di patologie l’utilizzo della cannabis terapeutica, senza fughe in avanti – ha sottolineato l’assessore Saitta -. Gli studi scientifici infatti non sono sempre coincidenti. Anche per questo come Regione daremo un contributo per rafforzare le evidenze scientifiche a livello nazionale, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza degli effetti delle terapie».

Saitta ha anche lamentato la mancanza di una legge quadro a livello nazionale: «Ritengo che su questi temi sia sempre più necessario rafforzare il ruolo dello Stato: non possiamo assistere a un’Italia a due velocità, con alcune regioni che fanno una legge e altre no. Serve una legislazione nazionale chiara, il federalismo sulla Cannabis non ha senso».

La cannabis terapeutica, secondo la legge 11/2015 approvata dal Piemonte è prescrivibile solo per alcune patologie e solo nel caso in cui il medico curante abbia riscontrato l’inefficacia di tutti i trattamenti standard. Si tratta quindi di un passo in avanti rispetto alle altre regioni italiane, ma ancora non sufficiente per garantire l’accesso alle cure a tutti i malati.

La cannabis terapeutica in Piemonte è prescrivibile per le seguenti patologie: dolore da sclerosi multipla; lesioni del midollo spinale resistente alle terapie convenzionali; dolore cronico il cui trattamento con antinfiammatori non steroidei o con farmaci cortisonici o oppioidi si sia rivelato inefficace; effetto ipotensivo nel glaucoma resistente alle terapie convenzionali; riduzione dei movimenti involontari del corpo e facciali nella sindrome di Gilles de la Tourette; effetto anticinetosico e antiemetico nella nausea e vomito causati da chemioterapia, radioterapia, terapie per Hiv; stimolazione dell’appetito nella cachessia, anoressia, perdita dell’appetito in pazienti oncologici o affetti da Aids e nell’anoressia nervosa che non rispondono ai trattamenti standard.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.