Quest’anno Londra si dedicherà anche alla rete di fontanelle di acqua potabile. E’ volontà del sindaco Sadiq Khan rivedere l’intero sistema, rendendo l’acqua di facile accesso in tutti i distretti della città. Secondo un’inchiesta del The Guardian infatti, non solo non sono distribuite sul territorio in modo uniforma, ma addirittura in zone come il Greater Manchester, il Merseyside o nel South Yorkshire non sono presenti punti di ristoro attivi.

A partire dal mese di febbraio, si darà il via ad un progetto pilota che vedranno installati cinque distributori di acqua “del sindaco” finanziati da aziende private. Successivamente durante l’estate ne verranno installate altre, in tutte le aree urbane, implementandole nelle zone più turistiche, come per esempio Oxford Street, e andando a colmarne la lacuna in quelle dove non sono presenti, non sono in funzione o sono in numero troppo esiguo.

L’iniziativa fa parte di un piano triennale che ha come budget ben 750mila sterline messe a disposizione dal sindaco proprio per combattere lo spreco e puntare al raggiungimento fissato per il 2026, che prevede la scomparsa di rifiuti biodegradabili o riciclabile nei centri di smaltimento.

Lo scopo non è solo quello di offrire refrigerio ad abitanti e turisti, ma anche quello di poter riutilizzare contenitori già in possesso degli utenti, diminuendo la quantità di rifiuti di plastica in città. A monitore la situazione ci penserà la campagna #OneLess, che vigilerà se l’impegno profuso avrà dei riscontri concreti.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.