img1

Lo strain indica Wappa è sbarcato sul mercato dei semi nel 2006, quando la Paradise Seeds mise a disposizione i suoi 6 nuovi strain femminizzati. La paradise Seeds ha un eccellente reputazione in termini di semi femminizzati, infatti il coltivatore era curioso di sapere se questo dato potesse essere confermato anche da questo Strain.

La Paradise Seed descrive la Wappa come un robusto e stabile strain di indica pura dall’altezza ridotta, il che lo rende un’ottima scelta per i coltivatori che hanno a disposizione spazi ristretti. E’ disponibile soltanto nella sua versione femminizzata. Per produrre i suoi semi femminizzati, il polline viene ricavato da una femmina manipolata per produrre fiori maschili, e applicato su una pianta femmina in modo da ottenere soltanto semi femminili. La fioritura dura dai 55 ai 60 giorni. Quando forzata a fiorire a 30 cm, raddoppia le sue dimensioni una volta matura, producendo grosse e compatte cime (resa potenziale 400-500g/m2) che riempiranno l’aria con un dolce aroma di frutti e zucchero, o anche zucchero filato, come descritto da alcuni grower. Stranamente per uno strain di indica, il rapporto calici-foglie è nettamente a favore dei calici il che rende il trim un gioco da ragazzi. Poco usuale per un’indica anche il fatto che Wappa ha foglie verde chiaro, oltre ad avere una seghettatura molto più nitida rispetto ad altre piante di indica. L’high è sorprendente, anche essendo una pura indica, non appesantisce il corpo, non incolla al divano, vi condurrà più facilmente a momenti di allegria piuttosto che a momenti di pigrizia, da quello che dice la Paradise Seed. Addirittura promettono “è un high luminoso i cui brividi vi apriranno le porte della percezione” – grazie al suo alto contenuto di thc, 15%/18%.

La produzione di fiori è esplosa
Wappa si comporta molto bene anche outdoor, si adatta bene ai climi del nord Europa, come Olanda e Belgio, ma si trova davvero bene in posti soleggiati e caldi come Francia, Italia o Spagna, rese fino a 500 grammi per pianta sono possibili. Un coltivatore chiamato “The Doc” ha fatto germinare tre semi di Wappa (soltanto tre perché in quel momento stava già testando un po’ di altre varietà) per avere una prima impressione di questo strain. Tutti i semi sono germinati perfettamente e le piccole piantine sono state poste sotto due CFL da 125 w (6400k) durante le prime due settimane. Le piante sono poi state travasate in vasi da 11 L riempiti con standard mix della Plagron e messe sotto due Plantastar 600W HPS e una da 400 W HPS. Questo certamente è un quantitativo di watt abbondante per la grow del “Doc”, che è un’area di pochi metri quadrati. Senza dubbio wappa ha gradito molto le condizioni in tale paradiso di luce. Al termine della terza settimana vegetativa, all’altezza di 30/40 cm e alla larghezza di più di 40 cm, i primi rami laterali sono riusciti a superare le grandi foglie che li ostacolavano.

img3_1000

Le tre piante di wappa sono cresciute omogeneamente e molto cespugliose, producendo in poco tempo molti rami laterali, e anche questo è qualcosa che si vede raramente nelle piante di indica. Dopo la quarta settimana vegetativa, le piante hanno continuato a crescere vigorosamente, raggiungendo l’altezza di 50-60cm, a questo punto il Doc ha indotto la fioritura riducendo il periodo di luce da 18/6 (giorno/notte), a 12/12 e rimpiazzato le Planta Star con due 600w Osram Son-T Plus ed una da 400. Già due settimane dopo, la formazione dei fiori è partita agli apici delle piante. I numerosi rami laterali hanno continuato ad allungarsi nelle prime settimane della fioritura, cosi come le intere piante, incrementando allo stesso tempo in larghezza.

Dopo quattro settimane di fioritura, le piante hanno raggiunto un’altezza di circa 100cm, diventando piante dall’aspetto succulento e prospettando un raccolto davvero abbondante, difatti le cime stavano diventando molto grandi, dense e lunghe. Alla fine della quarta settimana di fioritura, le cime erano già coperte da una patina di resina scintillante.

Dopo cinque settimane, la produzione di fiori è come esplosa, le cime hanno aumentato enormemente densità e dimensioni. Anche nel periodo di fioritura, si è riscontrata un’ottima uniformità nelle piante, nessun fenotipo diverso, addirittura la struttura dei fiori è stata identica in tutte e tre le piante. L’unica differenza trovata in una delle piante è stata che questa ha addirittura battuto il già alto contenuto di resina delle altre due piante. Anche il dolce aroma fruttato è stato lo stesso per ogni pianta.

img2_1000

Le piante non hanno mostrato nessun fiore maschile, la qualità di femminizzazione di Wappa ha dimostrato la buona reputazione della Paradise Seeds ancora una volta, anche se, chiaramente, tre piante non possono essere considerate rappresentative in generale. Tutte e tre le piante, che sono cresciute fino ad un’altezza di circa 120cm finali, potevano essere raccolte tra l’ottava e la nona settimana di fioritura, il che è in linea con i tempi di maturazione dichiarati dalla Paradise Seeds.

Dopo che le cime sono state essiccate, il Doc ha felicemente raccolto 312 grammi dalla bilancia, una resa che ha accontentato le alte aspettative. E’ stato ricavato anche molto fogliame resinoso da usare nell’ice-o-lator. L’high di Wappa è stato forte come pronosticato, è arrivato velocemente e si è protratto per molte ore, con un effetto di rilassamento sul corpo che comunque non è risultato “paralizzante”. Il Doc poteva ancora muoversi facilmente ed era ancora mentalmente presente, era molto stonato ma si sentiva anche molto euforico. Anche l’odore e il sapore di Wappa lo hanno pienamente soddisfatto, le cime hanno dato una fumata gentile e dolce con delle sottili sfumature fruttate. Per il Doc, Wappa si inserisce facilmente nell’elenco dei migliori strains della Paradise Seeds. Con un prezzo di 30 euro per cinque semi femminizzati e 55 euro per dieci, Wappa ha inoltre un ottimo prezzo, senza dubbio, questo è uno strain di indica al suo massimo, sotto tutti gli aspetti.

2014-05-14 10.48.33 am

Green Born Identity – G.B.I

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.