piante cannabis sequestroLa casa di un uomo di 55 anni, residente ad Argelato (piccolo comune alle porte di Bologna), è stata perquisita dai carabinieri in seguito ad alcune segnalazioni ricevute da vicini di casa che avevano indicato la coltivazione di piante di marijuana nel piccolo podere di sua proprietà.

SEI PIANTE PER USO FAMIGLIARE. All’interno del giardino i carabinieri hanno rinvenuto la presenza di sei piante di cannabis e poi, perquisendo l’interno dell’abitazione, hanno ritrovato la presenza di altri 15 grammi di erba. L’uomo ha immediatamente ammesso che la coltivazione era per l’uso personale suo e del suo figlio 24enne, ma questo non è bastata per evitargli l’arresto. Le forze dell’ordine hanno infatti provveduto ad arrestarlo ed ora si attende il pronunciamento del Tribunale di Bologna in merito alla convalida dell’arresto. Il figlio 24enne è stato invece segnalato alla Prefettura di Bologna come consumatore di sostanze stupefacenti.

USO DI GRUPPO E COLTIVAZIONE DI GRUPPO. In pratica, un’intera famiglia è stata rovinata per aver coltivato poche piante di cannabis al solo scopo di consumo personale. Ma se la legge italiana ammette la scriminante dell’uso di gruppo, non sanzionando due o più persone che acquistino una scorta per il proprio consumo, per quale ragione non deve valere il medesimo principio per la coltivazione di gruppo non destinata alla vendita? A porre la riflessione è l’avvocato Carlo Alberto Zaina (sulla pagina facebook “Stupefacenti e diritto“). “in casi come quello in esame dove padre e figlio si uniscono per il medesimo scopo personale, ci si trova dinanzi ad una situazione che presenta significative analogie con l’acquisto di gruppo e, quindi, andrebbe esclusa ogni sanzione penale”.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.