Street art e Design

Ozmo: un Minotauro per ricordarci che siamo vittime dei mostri creati dalla società

Ozmo - Minotaur- Chivasso - credit un-Dogma#2015 - 01
Un dipinto di 28 metri per 10 per ricordarci che nel mondo attuale, siamo vittime dei mostri creati dalla nostra stessa società. Un moderno Minotauro, simbolo archetipico della mitologia greca del tributo di sangue umano da pagare al mostro insaziabile, che gioca con le vittime nel labirinto nel quale è lui stesso rinchiuso (vi viene in mente qualcosa pensando alla situazione in Grecia in questi giorni?), domina la scena terrorizzando l’umanità, mentre una bilancia, sullo sfondo, alle spalle delle persone che non la possono vedere, ci ricorda l’idea di giustizia alla quale tutta l’umanità si ispira, ma che troppo spesso viene eclissata proprio dagli uomini che dovrebbero perseguirla.

Il nuovo lavoro di Ozmo (nel video di Jack Daverio il making of e le interviste agli organizzatori) ha preso forma sulla parete della biblioteca Mome di Chivasso, accanto alla stazione della città. Il progetto nasce all’interno di Urban Art Field – Mani Sporche, progetto triennale di riqualificazione urbana, valorizzazione del territorio, sensibilizzazione dell’opinione pubblica, su temi sociali e di attualità ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Alternative Karming – AK Lab, in collaborazione Libera associazione nomi e numeri contro le mafie ed il Comune di Chivasso.

Il tema 2015 è La Lotta alla Mafia e I confini della Legalità, con il motto: La creatività ricostruisce, ciò che la criminalità distrugge”.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button