Cinema e documentari

Oro verde, al cinema un nuovo film sulle origini del narcotraffico

Oro verde, al cinema un nuovo film sulle origini del narcotraffico

«Esistono tante storie che raccontano il narcotraffico, talmente tante, che ormai è diventato un clichè. Detto questo, il periodo denominato giustamente “bonanza marinbera” – un periodo tra gli anni ’70 e ’80 in cui l’esportazione di cannabis negli Stati Uniti si è concentrata particolarmente nel deserto de La Guajira, dove è stato girato il film – era, secondo noi una storia interessante che non è mai stata raccontata», così il regista Ciro Guerra spiega perché “Oro verde”, al cinema dall’11 aprile, non è un film come tutti gli altri.

Guerra e Cristina Gallego, già insieme nel bellissimo “L’abbraccio del serpente”, hanno scelto di mostrare la storia di una famiglia indigena wayuu, un clan con a capo una donna, che si trova coinvolta nel boom del successo del commercio di marijuana ai giovani americani negli anni 70, affrontando così anche il ruolo, spesso dimenticato, delle figure femminili nel business del narcotraffico. Inoltre, aggiungono gli autori «Nell’arte colombiana c’è  una glorificazione della violenza, una fascinazione per il potere e gli aspetti più brutali delle storie, nessuno sembra volersi avventurare in una profonda riflessione su questo. Questa rappresentazione unilaterale ci è apparsa problematica».

Insomma, “Oro verde” è un viaggio cinematografico alle origini del narcotraffico come  non l’abbiamo mai visto prima.

Oro verde, al cinema un nuovo film sulle origini del narcotraffico

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button