original toyz            2015-02-18 03.30.07 pm

Original Toyz è il secondo degli eventi espositivi che compongono la rassegna di street art proposta da ARTE DUE Gallery di Matteo Chigorno, TDK Art D-Vision e Associazione Italiana Writers per il 2008-2009. Una collettiva di dodici artisti provenienti dalla street art, invitati a creare toys come sculture inedite, pezzi unici. Toyz coloratissimi, realizzati con i materiali più diversi, firmati dall’ineguagliabile stile che caratterizza ogni artista divengono così vere e proprie opere d’arte.

2015-02-18 03.33.24 pm

Se gli eventi che legano l’arte ai toys vedono generalmente gli artisti impegnati in una customizzazione, Original Toyz propone invece lavori creati ex-novo. I dodici artisti invitati hanno avuto carta bianca, ognuno di loro ha potuto realizzare il proprio, personalissimo, toyz partendo da zero e utilizzando appieno la propria potenza creativa. Lavori singoli che confluiscono in un confronto tra i “toyz artists” (o “toyz designer”), ovvero artisti che lavorano esclusivamente realizzando toys, Etnik, Gianzo, Onibaka, Phil Toys, Hackatao, e artisti conosciuti a livello internazionale soprattutto per i loro lavori di street art come Gatto, Joys, Krea79, Made514, Mr. Wany, Rendo, Thoms.

Oggetti d’arte e di design che interessano giovani e meno giovani, i Toys hanno conosciuto una rapida diffusione dalla Cina al Giappone, dagli Stati Uniti all’Inghilterra, dalla Germania all’Italia. Con il “Designer Toy Movement”, alla fine degli anni novanta alcuni artisti diedero vita agli “art toys”, che nel loro design attingono ad un repertorio artistico che va dalla cultura pop all’arte di strada e al fumetto. Original Toyz si caratterizza quindi come una mostra in cui, insieme ai colori brillanti e alle forme ludiche, la creatività e la curiosità sono elementi costanti.

2015-02-18 03.33.49 pm

Raptuz
Writer dal 1987, fondatore della TDK crew e della Spaghetti Funk illustratore, grafico e designer di fama internazionale

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.