Travelcuriosity

On the Road, sessant’anni fa

On the Road, sessant'anni faIn qualsiasi lista dei migliori libri sul viaggio non può mancare On the Road, capolavoro di Jack Kerouac che ha ispirato generazioni di viaggiatori. Un romanzo autobiografico, che l’autore scrisse dopo una serie di viaggi per il Nord America che lo condizionarono fortemente.

Il romanzo è stato largamente apprezzato da pubblica e critica, ed è considerato il manifesto della Beat Generation. È ambientato negli anni ‘40 e ha per protagonisti due giovani con indole ribelle e artistica, che girano per l’America alla ricerca di una fuga e un’alternativa alla società statunitense dell’epoca, fortemente indirizzata verso il capitalismo e il materialismo e in preda alla paura e all’esaltazione militaresca della guerra.

Proprio per questo motivo, il viaggio di Sal (Kerouac) e Dean (il suo amico scrittore Neal Cassady) non è solo fisico, ma è anche una scoperta che spazia dal misticismo allo sballo. I due giovani trovano sulla loro strada amici reali come William S. Burroughs, sperimentano droghe e si ritrovano impotenti di fronte alla vastità della natura. Di fronte al “vuoto” che trova nei paesaggi talvolta desolanti dell’America, Sal rivede il “vuoto” che ha dentro sé stesso.

On the Road non è solo un libro: è un’esperienza. Da quando è stato pubblicato nel 1957, questo romanzo ha ispirato migliaia di giovani a ripercorrere le orme di Kerouac: partire per un giro dell’America, senza una meta prefissata, con il semplice desiderio di vagare e scoprire. E di luoghi Kerouac ne scopre tanti nel suo romanzo, completando anche il leggendario coast to coast e attraversando tutte le mete principali d’America.

Ripercorrere il suo itinerario con i suoi stessi mezzi aggiunge valore a un viaggio già di per sé straordinario.

On the Road, sessant'anni fa

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Cerca anche
Close
Back to top button