Un “cannabis tea party” davanti al parlamento del Regno Unito per richiedere l’approvazione di una legge che garantisca a tutti i malati il diritto all’accesso alle cure a base di cannabis. È quanto succederà oggi pomeriggio a Londra.

La protesta è stata lanciata dall’associazione di malati “United Patients Alliance” per supportare la nuova proposta di legge per la cannabis terapeutica depositata del deputato laburista Paul Flynn, che oggi verrà discussa al Parlamento.

I malati si recheranno nel parco difronte al parlamento per consumare tè ed utilizzare le proprie cure. In Inghilterra sono legali i prodotti esclusivamente a base di CBD, ma nessuna legge è stata ancora approvata per permettere l’uso anche dei farmaci contenenti THC.

Gli organizzatori hanno chiedono che la cannabis «sia legalizzata per uso medicinale per alleviare dolori e spasmi muscolari di malattie come la sclerosi multipla, nel caso in cui i trattamenti standard non abbiano dato risultati». Una norma che esiste già in molti paesi europei, Italia inclusa.

Secondo le previsioni dei media inglesi la proposta di legge presentata da Paul Flynn è destinata ad essere bocciata, per la contrarietà non solo dei Conservatori (partito di maggioranza relativa) ma anche di buona parte del partito Laburista di cui lo stesso Flynn fa parte. Nei giorni scorsi il governo ha ribadito che considera la cannabis “una droga che può danneggiare la salute umane”.

Il Regno Unito continua ad essere una delle roccaforti del proibizionismo sulla cannabis. La legge ancora in vigore, anche se scarsamente applicata, stabilisce ancora che anche il semplice possessore di droghe leggere possa essere condannato a pene fino a 5 anni di carcere.

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.