ragazzo arrestatoDue giorni di arresti domiciliari, poi la restituzione della libertà ma in attesa di processo per spaccio di sostanze stupefacenti. Il motivo? Solamente quello di aver offerto delle fette di torta contenente cannabis agli amici che hanno preso parte alla sua festa di compleanno. Come se non bastasse, e come troppo spesso accade, la notizia sul quotidiano locale è stata riportata con il nome completo dell’accusato, additato come un pericoloso criminale.

I FATTI SECONDO LA STAMPA LOCALE. Questa la vicenda che ha colpito un ragazzo di 19 anni residente nel comune di Montelibretti, nella provincia di Roma. Stando a quanto riportato dalla edizione locale del quotidiano Il Messaggero, il ragazzo nella serata di sabato 19 luglio avrebbe organizzato una festa per il suo compleanno nel piazzale antistante l’azienda del padre. Come dessert avrebbe servito una torta alla cannabis, e qualche ragazzo si sarebbe sentito poco bene (anche se non risultano interventi del 118). I carabinieri accorsi sul posto avrebbero sequestrato i rimasugli della torta per farla analizzare, ed anche altra “modica quantità di sostanza stupefacente”. Il diciannovenne sarebbe quindi stato posto in arresto dai militari dell’arma.

IL PARERE DELL’AVVOCATO ZAINA. A prescindere della ovvia assurdità della vicenda, abbiamo chiesto un parere legale all’avvocato Carlo Alberto Zaina, per capire se l’accusa di spaccio abbia basi giuridiche o si tratti dell’ennesimo abuso. Secondo l’avvocato: “L’arresto dell’accusato è una misura esagerata, mentre anche l’accusa di spaccio potrebbe essere difficile da dimostrare. Per la legge anche l’offerta gratuita di una modica quantità di cannabis è qualificabile come spaccio e quindi passibile di condanna, tuttavia questo caso potrebbe essere qualificabile come consumo di gruppo (che è depenalizzato, ndr) nel caso in cui i partecipanti dichiarassero di essere stati preventivamente informati e d’accordo sulla produzione e la condivisione della torta alla cannabis”.





3 Comments

  1. Sulle testate locali della mia zona l'incipit è sempre lo stesso:"Nell'ambito della lotta al contrasto allo spaccio di stupefacenti" ……..è stato tratto in arresto D.C. di anni 18, nella cui auto sono stati trovati 0,3 gr di cannabis…..

  2. MA ANDATE A FARE IN CULO!!VAH!

  3. POI GLI PASSA UNO IN PARTE CON 1 KG DI ERBA NELLA BORSA E MANCO SE NE ACCORGONO..COGLIONI, FESSI, IDIOTI

Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.