Guardando le stelle

Obbedire è sempre giusto?

Obbedire è sempre giusto?

Mi rendo conto che per molti là fuori discorsi del genere sono inaccettabili e io che li faccio sono fuori di testa o irresponsabile o scellerato, o tutte queste cose messe insieme e peggio ancora. Lo accetto, lo comprendo e rispetto i punti di vista diversi dal mio. Se qualcuno vuole giocare al tiro a segno sono qui disponibile, mai fregato nulla della reputazione né tanto meno del consenso.

Chiarito questo punto, ci tengo a dire (o ribadire) un concetto, ora più importante che mai: le leggi e le regole che seguo e rispetto, le seguo e le rispetto perché le condivido e le accetto. Altrimenti le infrango (come ho fatto svariate volte in passato, come faccio nel presente e come farò in futuro, se lo riterrò opportuno). L’unica legge che per me non è in discussione, è la mia legge morale.

Chiamatela anarchia, chiamatela auto-regolamentazione o come vi pare e piace, non mi interessa, sta di fatto che per me è così e attenzione: tale forma mentis prevede un’estrema disciplina (agli antipodi di una libertà totale e senza limiti) che comprende, prima di tutto, un profondo rispetto nei confronti degli altri esseri viventi e della società nella quale vivo. Non è un modello adottabile o funzionale per la massa? È utopistico? È presuntuoso? Tutto può essere, ma la cosa non mi riguarda.

Alla base della mia esistenza c’è la mia auto-determinazione. E credo dovrebbe essere alla base di ogni essere umano. Poi ognuno faccia quello che crede. Ci tengo solo a sottolineare la differenza tra moralità e obbedienza, che forse a molti sfugge.

La moralità è fare ciò che è giusto, a prescindere da ciò che ti viene detto. L’obbedienza è fare ciò che ti viene detto, a prescindere da ciò che è giusto.

Occhio… perché più di una volta, nella storia dell’umanità, stragi e genocidi sono stati compiuti da coloro che obbedivano, senza porsi dubbi o domande su ciò che gli era stato detto di fare.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.