Il presidente Usa Barack Obama ha rilasciato una lunga intervista al portale Youtube, all’interno della quale ha parlato anche del futuro delle politiche verso la cannabis negli Stati Uniti. Intervistato da uno dei redattori della piattaforma video, ha affermato che l’impegno della sua amministrazione è quello di trattare la cannabis non più come una questione criminale, ma come un problema relativo alle politiche sulla salute, come l’alcol o il tabacco, ed ha inoltre predetto che altri stati legalizzeranno la marijuana prossimamente.

NON INTERFERIAMO CON LA LEGISLAZIONE DEI SINGOLI STATI. Nel corso dell’intervista al presidente è stato chiesto un parere sulla controversa situazione legislativa della cannabis negli Usa, che in alcuni stati è stata legalizzata anche se per la legge federale rimane una droga illegale al pari dell’eroina. Obama ha risposto che “anche se abbiamo una legge federale che ancora classifica la cannabis come una sostanza illegale, non è mia intenzione spendere un sacco di risorse per interferire nelle decisioni prese dai singoli stati. Colorado e Washington stanno sperimentando una nuova via, e la mia impressione è che presto altri stati li seguiranno sulla strada della legalizzazione”.

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "Google Youtube" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.

TRATTARE LA CANNABIS COME L’ALCOL E IL TABACCO. Obama ha anche affermato di aver chiesto al Dipartimento di Giustizia americano di “verificare i risultati dell’approccio con il quale negli Usa si trattano i reati non violenti legati alle droghe, perché penso che si debba valutare di trattare la cannabis allo stesso modo in cui trattiamo l’alcol ed il tabacco, cioè come una problematica relativa alla salute pubblica e non alla sfera della giustizia penale”. “Credo anche che in passato – ha proseguito Obama – l’approccio degli Usa sia stato controproducente in questo senso, andando a criminalizzare ed incarcerare intere comunità, specie tra le minoranze”.

ANCHE I REPUBBLICANI COMINCIANO AD ACCETTARE LA NUOVA TENDENZA.
Il presidente Obama ha concluso auspicando che il nuovo approccio verso le droghe che si sta delineando negli Usa possa rafforzarsi: “La buona notizia è che tra democratici e repubblicani inizia finalmente ad esserci unità d’intenti nella riforma del sistema della giustizia penale. Siamo stati in grado di avviare alcune modifiche e lo scorso anno, per la prima volta in 40 anni, il tasso di criminalità e il tasso di carcerazione sono entrambi scesi contemporaneamente. Spero che si possa continuare con queste tendenze perché rappresentano un modo più intelligente di affrontare questi problemi”.





One Comment

Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.