img1

L’unica cosa nella vita che si può garantire è che qualcosa cambierà! Ma molti tra noi vivono la loro vita come se preferissimo rimanere sempre gli stessi. La familiarità, la sicurezza e la certezza sono cose che cerchiamo di creare nelle nostre case e nei nostri quartieri. La vita sta evolvendo, forse le cose non sembreranno cambiare nelle immediate vicinanze, ma sono in costante mutamento e adattamento intorno a noi.

Ora siamo ben dentro la nostra rivoluzione industriale, e con l’avvento della conoscenza delle nuove scienze siamo dentro una Nuova Era dove siamo sempre all’inseguimento della tecnologia. Tuttavia con la creazione arriva di pari passo la distruzione, è la via della natura quella di lasciarci ridimensionare i tempi dei cambiamenti, e di shockarci poi in più modi. Se ci pensate con un po’ di profondità in più, vedrete esattamente quello che abbiamo fatto per così tanto tempo: per creare tutti i nostri oggetti “risparmia tempo” e comfort classici di questa vita moderna, abbiamo creato il più grande danno al nostro futuro come razza abitante la Terra! L’uomo ha cambiato la terra, ma anche i dinosauri l’hanno fatto!

Lasciatevelo dire, dal mio punto di vista non c’è umano o teoria che possa predire né le conseguenze delle nostre azioni, né il futuro. C’è comunque un grande valore nel prevedere questi piccoli passi nel tempo e il nostro impatto sul pianeta. Ad essere onesti, e se l’uomo potesse davvero guardarsi allo specchio, vedremmo il sacrificio di molte zone incontaminate della Terra in favore dei nostri comfort. Guardandoci alle spalle abbiamo commesso gravi errori nel nome dell’umanità, ma allo stesso tempo i nostri risultati sono stati altrettanto grandiosi!

Quindi, dove andiamo da qui?
Da Biologo delle piante e da convinto credente nella scienza, sono arrivato a rispettare l’equilibrio e l’eterno cambiamento del nostro sapere, rispetto alla nostra storia. Studiando il continuo evolversi delle piante nell’adattarsi a varie condizioni, mi chiedo, le piante o gli animali si stanno comportando meglio? Entrambi hanno sofferto e sono andati perduti con il passare del tempo, ma abbiamo anche visto la nascita di nuove specie, sia di piante sia di animali. Allo stesso modo spesso penso, l’uomo si sta adattando abbastanza velocemente alle proprie condizioni? Senza guardare ad una specifica risposta, sembra logico pensare che con l’espandersi della nostra popolazione stiamo facendo bene, adattandoci a tutti gli angoli della Terra. Come tutte le specie proliferanti arriveremo ad un punto in cui cominceremo a implodere su noi stessi. Il successo è dolce e bello finché dura, ma avere troppo successo significa innalzarsi prima di causare la nostra stessa fine. Nessuna specie può continuare a crescere e ad espandersi senza gravi compromissioni e conseguenze. La Terra è viva e in continua produzione di risorse. Gli umani raccolgono, minano, pompano, e tirano via molto di ciò che la Terra offre. Ma la Terra non è senza limiti e un giorno arriveremo a chiedere più di quanto lei potrà offrirci. Siamo all’alba di una nuova era dove noi potremo fare la differenza, ma dobbiamo farlo rimanendo attenti, senza ricadere nelle nostre abitudini di compiacimento. Più facile a dirsi che a farsi temo, ma con l’aiuto di un joint, fattibile!

Nel mio principale lavoro di allevamento di nuovi strain di cannabis ad uso medicinale, siamo all’apice del cambiamento. Venti anni fa tutta la cannabis veniva vista come droga di passaggio prima dell’uso di altre droghe… Comunque! In questi anni sono stati fatti dei gran passi avanti nell’agricoltura e nella medicina, che sono poi stati applicati alla cannabis per aprirsi nuove strade davanti. Trovare applicazioni di sostanze chimiche presenti naturalmente nella pianta, ha fatto sì che molte persone malate e sofferenti vivessero meglio. Non potevamo identificare e misurare precisamente i differenti profili dei terpeni (aromi) ed i cannabinoidi trovati in una singola pianta. Abbiamo classificato il tutto riferendoci a ciò che potevamo misurare, e il THC era un elemento chimico che si pensava essere la sostanza alterante a causa dell’effetto. Nei recenti anni, attraverso profonde analisi e prove mediche, scopriamo che ci sono ben 66 differenti cannabinoidi differenti in una pianta così come i vari numerosi terpeni (aromi). Dall’evoluzione dei nostri mezzi per quantificare questi aspetti della pianta, abbiamo imparato che il CBD, se presente in grandi quantità e uguale in rapporto al THC, ha effetti positivi su pazienti affetti da sclerosi multipla o su pazienti in sofferenza a causa di chemioterapie senza l’effetto alterante sulla mente. Il CBD si trova in tipi di cannabis innocue normalmente associati alla produzione di canapa. Stiamo toccando un tasto delicato, dove i malati terminali e i pazienti senza alternative cercano ogni forma di sollievo senza però i vari effetti collaterali delle droghe farmaceutiche. Non si può negare l’aiuto agli ammalati e ai sofferenti in nessun modo possibile, loro stanno creando la nostra nuova ricerca su loro richiesta. E’ emozionante vedere l’aiuto che questi nuovi strain ricchi di CBD stanno dando a questo gruppo di persone e la positività che ha portato alle loro vite e alle loro famiglie.

Il quadro generale può essere scoraggiante, e lasciare in ognuno di noi la sensazione che non abbia conseguenze ciò che loro stanno facendo, loro da soli non apriranno le porte a un cambiamento! Tanti piccoli passi fanno un lungo viaggio. I singoli passi contano. Loro ci permettono di guadagnare spazio e di avvicinarci a quella luce distante alla fine del tunnel. Il singolo passo è la chiave per il nostro futuro sulla terra come specie. Non possiamo tornare indietro nel passato per cambiare ciò che abbiamo sbagliato ma possiamo essere qui Ora e fare del nostro meglio per non aggiungere altri errori a quelli che i nostri predecessori, senza saperlo, hanno fatto per noi. Possiamo guardare avanti da dove siamo ora, e mutare la nostra follia in forza d’animo. Questo richiederà un grande sforzo ad ognuno di noi. Molte persone avranno bisogno che questi singoli passi contino e con un po’ di fortuna lungo la strada potremo cambiare la nostra parziale fine in forza, per creare ancora una volta. Pagheremo un prezzo così come succede quando si prendono decisioni sbagliate lungo la strada, una specie di Tassa alla Natura… ma che ci porterà ad un Nuovo Inizio.

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.