Il governo norvegese ha proposto un disegno di legge volto a depenalizzare il possesso e l’uso di piccole quantità di stupefacenti.

La proposta prevede soglie fisse per quella che dovrebbe essere considerata una piccola quantità aduso personale per diverse sostanze illecite: due grammi per cocaina, eroina o anfetamine, 10 grammi per cannabis.

“La riforma è un cambiamento storico nella politica norvegese sulle droghe”, ha detto il ministro della Salute Bent Hoie in una dichiarazione.

I fautori del disegno di legge sostengono che l’azione penale nei confronti di chi fa uso di sostanze può essere controproducente in quanto scoraggia le persone dal cercare aiuto, rende più difficile per i parenti individuare i problemi e “marchia” una popolazione già vulnerabile.

“È giunto il momento di sostituire la punizione con l’aiuto. Decenni di repressione ci hanno insegnato che la punizione non funziona. Al contrario, la punizione può peggiorare le cose”, ha detto in conferenza stampa il ministro dell’Istruzione Guri Melby.

Nonostante abbia uno dei più alti standard di vita in Europa, la Norvegia, insieme ai suoi vicini nordici, ha alcuni dei più alti tassi di mortalità indotta dalla droga in Europa. Al contrario, i sistemi di welfare del Paese sono tra i migliori a livello globale.

Poiché il governo controlla solo una minoranza in Parlamento, l’approvazione della legge richiederà il appoggio dell’opposizione, ma alcuni parlamentari sostengono che la misura potrebbe incoraggiare l’uso di droghe. Secondo un sondaggio pubblicato all’inizio di febbraio dal Norwegian Institute of Public Health, circa il 5% degli intervistati in Norvegia afferma di aver usato cannabis negli ultimi 12 mesi e l’1% ha provato sostanze come cocaina e anfetamine.

La Norvegia non sarebbe di certo sola in questa conversazione politica sulla depenalizzazione delle droghe, numerose giurisdizioni negli Stati Uniti stanno valutando le proposte di decriminalizzazione, gli elettori dell’Oregon hanno approvato una misura di voto per depenalizzare tutte le sostanze a novembre.

In Europa il precursore è stato il Portogallo che, per sconfiggere la piaga dell’eroina, ha depenalizzato il consumo di tutte le sostanze stupefacenti dal 2001, il numero dei consumatori si è ridotto del 70%, così come a ridursi è stata la percentuale dei detenuti con condanne per reati legati alla droga.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.