Uno degli argomenti preferiti dei proibizionisti era quello che teorizzava che con la legalizzazione sarebbe aumentati a dismisura gli incidenti stradali, preannunciando disastri causati da orde di automobilisti alla guida sotto l’effetto stordente della marijuana.

Bene, anche questo – come tutti gli altri argomenti dei proibizionisti – si sta rivelando del tutto inesatto.

I dati che arrivano dallo stato del Nevada, dove la cannabis è venduta legalmente dal luglio 2017, ci raccontano l’esatto contrario. Dopo la legalizzazione della cannabis gli incidenti stradali con esito mortale non solo non sono aumentati, ma sono diminuiti di un cospicuo 10%.

Secondo i dati ufficiali, presentati dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Nevada, se tra luglio 2016 e maggio 2017 erano rimaste uccise in incidenti stradali 310 persone, tra il luglio 2017 e il maggio 2018 gli automobilisti deceduti in incidenti sono stati 277.

Cifre inequivocabili che, se è vero che non possono essere messe in correlazione con la legalizzazione della marijuana – non c’è prova che questa sia effettivamente concausa della diminuzione delle morti sulle strade – di certo ci permettono di smentire l’ennesima bufala dei proibizionisti: legalizzare la cannabis non comporta alcun aumento degli incidenti.

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy