downloadIl disco della band più famosa di internet (la carriera di questo gruppo è stata praticamente lanciata da un seguito di culto formatosi tramite newsgroup e peer to peer) è fondamentalmente un concept album sulla morte e in particolare sulla storia di un ragazzo che muore giovane… tutto molto emo ovviamente, ma l’impressione che ne ho ricavato durante l’ascolto è invece che questa band avesse l’obiettivo di realizzare un disco eclettico, cambiando atmosfera e stile tra una canzone e l’altra, proprio nella maniera di una rock opera in puro stile 70’s.

Il singolo “Welcome To The Black Parade” (canzone splendida, tra l’altro – n.d.r.) mi aveva fatto redimere dal dubbio di avere inquadrato, con un po’ di ottusità lo ammetto, i MCR come una sorta di boy band per ragazzine “alternative”: invece un cazzo, questi sanno comporre e suonare alla grande, il frontman Gerard Way ha una personalità e un’abilità interpretativa da far pensare addirittura al primo Freddie Mercury e ci sono i presupposti per far sì che questa band possa diventare un fenomeno generazionale, risultato encomiabile in questi tempi “spersonalizzanti”.

Non voglio convincere nessuno, ma fregatevene degli schemi mentali di qualunque tipo e date una chance ai My Chemical Romance… non è certo se lasceranno il loro nome nell’immaginario del rock, ma ci stanno provando, e corrono davvero il “rischio” di riuscirci alla grande.

Recensione di Francis – debaser.it
a cura di Giampaolo Berti





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.