Buone notizie

Moratoria del Parlamento europeo sulle miniere sottomarine

Moratoria del Parlamento europeo sulle miniere sottomarineUna sospensiva per le attività di estrazione mineraria nei fondali marini. E’ quanto chiede il Parlamento Europeo attraverso un provvedimento votato i giorni scorsi ai propri stati membri.

Una scelta di carattere preventivo nei confronti degli ecosistemi marini, di cui ad oggi si conosce molto poco. Di fatto sono pochissime le ricerche e gli studi riguardo alla pratica del Deep Sea Mining, ovvero l’estrazione in alto mare di minerali, e al relativo impatto che queste attività hanno sul lungo periodo.

Solitamente si parla di attività che vengono svolte tra i 1.400 a 3.700 metri sotto il livello del mare, un luogo oscuro e sconosciuto, dove nonostante la totale mancanza di luce sono presenti esseri viventi con un bassissimo grado di resilienza e che risentirebbero in modo altrettanto oscuro e sconosciuto dell’estrazione mineraria.

Esistono sostanzialmente due tecniche per l’estrazione, il sistema a cestello continuo (CLB) e il sistema di aspirazione idraulico. In entrambi i casi si tratta di trasportare la parte superficiale del fondale fino in superficie, dove il materiale viene filtrato per trattenere i materiali interessati e il resto restituito agli abissi. Oltre a privare di importanti minerali i microrganismi che popolano i fondali e che sono alla base di altri habitat, i pennacchi di materiale denaturato che si creano a seguito dell’estrazione intorpidiscono le acque per chilometri col rischio di soffocare ogni forma di vita.

I minerali che vengono ricercati ed estratti sono di largo uso, soprattutto nell’era in cui viviamo. Troviamo ad esempio manganese, nichel, ferro, cobalto oltre ad altri materiali preziosi per la creazione di batteria, cellulari e pannelli solari.

Il quadro è ampio e ignoto, e proprio per queste motivazioni il Parlamento Europeo ha redatto la moratoria, almeno fintanto che non si conoscerà in modo scientifico le ripercussioni dell’impatto ambientale. Il rischio concreto è quello di destabilizzare i fondali marini in modo irreversibile.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button