moonshine milano

“Il Moonshine chiude. Il proprietario dei muri, nonostante si paghi regolarmente l’affitto non ha intenzione di rinnovare il contratto scaduto, rivuole i muri bianchi e il locale vuoto.
Consegneremo le chiavi il 31 Marzo 2015. Fino al 28 Febbraio il Moonshine sarà attivo.
Venitelo a salutare con un bel sorriso, immergendovi nelle sensazioni blu che sa dare e ammirare l’opera murale più importante del genio indiscusso di Claudio Sinatti: i murales del Moonshine…
Tutto ciò non ci sarà più, ma il sogno intensamente utopico durato vent’anni, esiste, ne abbiamo fatto parte e nessuno ce lo potrà mai togliere.
Non c’è motivo per restare… l’astronave se ne va, ma vi amerà sempre!”

E’ con questa breve ma intensa comunicazione che i proprietari dello storico locale milanese annunciano la chiusura imminente. E’ difficile, se non impossibile, descrivere il Moonshine a chi non ci è mai stato.

birra moonshine milanoUn posto d’altri tempi o forse di tempi mai esistiti a Milano. Varcando la porta si entrava in un mondo a sé e si veniva catapultati in una realtà lontana, onirica e quasi magica. Luci soffuse, bandiere e disegni sulle pareti, atmosfera psichedelica. E poi c’era la birra, artigianale, d’importazione, sempre di altissima qualità. O le tisane rilassanti. E la musica, mai scontata, sempre particolare e ricercata. Ma soprattutto quel “retro bottega“, zona franca per gli affezionati: un salotto alternativo dove sorrisi e good vibrations colmavano gli spazi.

Sembrava impossibile che esistesse un posto del genere nella fredda metropoli lombarda. E si era quasi gelosi di quelle mura, tanto da non consigliare una visita a chiunque, perchè in fondo non era un posto per tutti. E questo lo rendeva ancora più speciale.

Ciao Moonshine, è stato un piacere conoscerti!

Moonshine locale Milano





6 Comments

  1. Andrea Amon Mauri says:

    un altro pezzo storico di milano che se ne va

Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.