Cannabusiness

Missouri: su 10 nuovi lavori, 1 è legato alla cannabis

Missouri: su 10 nuovi lavori, 1 è legato alla cannabis
Rendere legale l’accesso alla cannabis per scopi medici, industriali o ricreativi, significa creare lavoro. Un’equazione che negli Usa è più vera che mai e che vede ormai il settore della cannabis legale come quello che sta creando più posti in assoluto e che, secondo gli analisti americani, sta sostituendo la manifattura nel diventare il volano di creazione di posti di lavoro della classe media.

Su 10 nuovi lavori 1 è legato alla cannabis

Una tendenza che in Usa è già realtà, anche solo per i lavori correlati all’industria della cannabis medica, come accade in Missouri, dove è legale dall’ottobre del 2020. Secondo un’analisi del lavoro statale del Paese, quasi un nuovo posto di lavoro su 10 è legato all’industria della Cannabis Terapeutica.

Il rapporto offre alcuni dettagli sul primo anno di attività della cannabis medica. Calcolato tra dicembre 2020 e dicembre 2021, mostra che la cannabis medica ha creato 7mila nuovi posti di lavoro, mentre un totale di 77.600 nuovi lavori sono stati creati complessivamente.

Secondo Andrew Mullins, direttore esecutivo dell’azienda MoCannTrade, come riporta il Regina Leader-Post, “l’industria della cannabis medica del Missouri sta mantenendo la sua promessa non solo di fornire un accesso sicuro, economico e conveniente per i pazienti, ma anche di contribuire a infondere nell’economia dello stato investimenti considerevoli e milioni in nuove entrate fiscali”, ha detto.

In poco più di un anno sono 170mila i pazienti che hanno avuto accesso alle cure creando un fatturato da più di 200 milioni di dollari. Fino ad oggi, lo stato ha approvato 322 aziende tra dispensari e impianti di coltivazione e nel paese è prevista sia la modalità di accedere alle cure tramite una tessera che costa 25 dollari, o autoprodurre la cannabis pagando un’imposta di 100 dollari.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button