Weddig cannabis

Il matrimonio si può considerare un vero e proprio rito di passaggio destinato a segnare un cambiamento definitivo che, in quanto tale, deve essere festeggiato nel modo migliore possibile.

Alcuni bandiscono dal loro giorno più bello l’alcol, deludendo le attese di quanti speravano almeno in un brindisi augurale, altri invece, scelgono di organizzare un matrimonio improntato alla libertà e all’allegria, in cui agli ospiti il benvenuto viene dato non solo con il solito aperitivo di rito, ma anche con la marijuana.

Bec Koop, energica e creativa proprietaria della Cannabis Concierge events, ha deciso di ribaltare le vecchie abitudini e di rendere la marijuana protagonista del ricevimento.

Sono ormai lontani i tempi in cui, durante i festeggiamenti nuziali, ci si allontanava furtivamente per fumare di nascosto nei parcheggi, con il continuo timore di essere sorpresi. La cannabis entra dalla porta principale e fa così capolino anche negli eleganti bouquet delle spose, un tocco di allegra trasgressione che rende l’atmosfera frizzante e allegra. Il connubio tra marijuana e matrimonio è diventato sempre più diffuso ed è disponibile un ampio ventaglio di scelte per armonizzare la cannabis al tipo di cerimonia che si intende organizzare: classica, romantica o sofisticato.

Il business del cannabis wedding è in continua espansione e per la metà di gennaio è stato organizzato a Santa Fè un evento a cui è stata già data molta risonanza: il Cannabis Wedding Expo, in cui sarà possibile trovare veramente tutto il necessario per organizzare un matrimonio indimenticabile, in un’atmosfera di gioiosa euforia esaltata da cibo e buon vino. Bec Koop ha fatto sapere che ci sono ancora posti disponibili per quanti volessero prendere parte all’evento, esponendo le proprie merci o pubblicizzando i servizi offerti. Sarà possibile scegliere vestiti, prendere accordi con potenziali ristoratori e fotografi, fumando ice bong e gustando prelibatezze in attesa del vero pranzo di nozze.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.