High times

Marijuana ricreativa: le regole dello stato di Washington

Indoor-Marijuana-Plants-Growing

Le autorità dello Stato di Washington, lo scorso 16 ottobre, hanno stabilito delle strette norme per la vendita e l’uso ricreativo della marijuana, in attesa della legalizzazione prevista per il prossimo anno.

Le norme stabilite dallo State Liquor Control Board prevedono un sistema di tracciamento dell’inventario di coltivatori e venditori con licenza per la marijuana, sì da tenere sotto sorveglianza ogni grammo di marijuana ed evitare che finisca nel mercato nero. Sono vietati investimenti fuori dello Stato da parte dell’industria della marijuana con fini ricreativi, e vietato ai proprietari di possedere più di tre aziende. I negozi autorizzati alla vendita saranno 231, 12 dei quali a Seattle. Lo Stato di Washington diviene, grazie a queste norme, il secondo Stato Usa, dopo il Colorado, che fa conoscere i dettagli delle future norme che regolamenteranno la marijuana. Inoltre è vietata l’autocoltivazione di marijuana, e tutta la droga regolamentata dovrà essere sottoposta alle analisi di un laboratorio indipendente. Il terreno che potrà essere coltivato sarà al massino 200.000 metri quadri, limitando così la produzione a 40 tonnellate.

Chi vorrà coltivare o vendere marijuana, a partire dal 18 novembre ed entro un mese da questa data, dovrà presentare domanda per ottenere una licenza statale. Le autorità prevedono che saranno in circa 2.000 a fare domanda di coltivazione e vendita.

fonte: aduc.it



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio