carabinieri-620x350Matteo Filla, proprietario del sito Mariuana.it, oscurato più volte dalle forze dell’ordine, è stato condannato a 2 anni di reclusione senza condizionale, per istigazione all’uso di sostanze stupefacenti. Condanna che troviamo assolutamente ingiusta. Ci metteremo presto in contatto con l’avvocato che segue il caso: è nostra intenzione intraprendere qualche iniziativa di supporto a Filla. Vi terremo quindi aggiornati perchè avremo bisogno di tutti voi!

“Questa volta Matteo Filla non è riuscito a convincere il giudice dell’innocuità dei suoi particolari commerci on-line con i quali, a milioni di persone in tutto il mondo, propone e vende semi di marijuana, attrezzatura e prodotti vari per la coltivazione domestica di canapa indiana. Ieri, il Gup di Rovereto Michele Cuccaro, al termine del rito abbreviato nel quale Filla era imputato di istigazione all’uso illecito di sostanze stupefacenti, ha emesso una sentenza di condanna a 2 anni di reclusione senza condizionale. Il trentaseienne lombardo trapiantato nel Basso Sarca, dove vive da diversi anni (attualmente abita ad Arco), è incensurato e quindi non dovrà passare il Natale in cella.

Comunque con il suo avvocato, il riminese Carlo Alberto Zaina, ha già deciso di ricorrere in appello. Partendo da un punto fermo e indiscutibile: l’essere già stato processato e assolto per fatti analoghi non più tardi di due anni fa. I guai per Matteo Filla – che tra l’altro è laureato in fisica, esperto di elettronica e titolare di una regolare licenza per l’e-commerce – sono ricominciati nell’ottobre 2008 con un’indagine avviata dai carabinieri di Merano e coordinata dalla procura di Rovereto, che nelle tappe successive si era avvalsa anche dei carabinieri di Arco, Riva, Dro, Lasino, Peschiera e dell’unità cinofila di Laives. Per mesi i siti web gestiti da Matteo Filla sono stati tenuti d’occhio, più che altro per controllare e seguire nelle loro “navigazioni” quei clienti che, al contrario della maggior parte, non si erano premurati di mantenere l’anonimato. Alla fine era stato ordinato l’oscuramento di otto pagine internet facenti capo al trentaseienne web master (ora però risultano essere di nuovo operative) ed erano stati denunciati, insieme allo stesso Matteo Filla, un arcense, due rivani, due ragazzi di Peschiera e cinque bolzanini, tutti di età compresa fra i 21 e i 28 anni. Nelle loro abitazioni durante le perquisizioni erano state rinvenute marijuana (pronta all’uso o in fase di crescita) e strumentazione varia per la coltivazione delle piantine, come piccole serre, lampade alogene, concime specifico. Nel primo processo Filla si era difeso sostenendo che svolgendo tali attività non era sua intenzione indurre le persone a fare uso di droghe. I suoi siti sono solo delle vetrine dove vende di tutto, compresi i semi di marijuana, ma solo a scopo collezionistico.

fonte: espresso.repubblica.it
Se ne discute sul forum www.enjoint.info/forum

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.