High timesIn evidenza

Associazioni cannabiche a Malta: rilasciate le prime licenze

A Malta, in vista dell'apertura delle tanto attese associazioni cannabiche, sono state da poco rilasciate le licenze per la coltivazione di cannabis ricreativa

Malta cannabis club

A Malta sono state rilasciate le prime due licenze per la creazione di associazioni cannabiche, simili ai cannabis social club spagnoli.

Si accelerano dunque i tempi per le prime aperture ufficiali, previste per l’inizio del 2024.

Rebecca Buttigieg, Segretario parlamentare per le Riforme e l’Uguaglianza, ha evidenziato in una conferenza stampa la natura progressista del modello maltese, il cui obiettivo è proteggere i cittadini. Come?

  • Limitando gli ingenti guadagni delle attività criminali derivanti dallo spaccio illegale
  • Offrendo prodotti di alta qualità ai consumatori non nocivi per la salute
  • Promuovere i diritti dei cittadini che non saranno più criminalizzati

MALTA: ASSOCIAZIONI CANNABICHE PROSSIME ALL’APERTURA

La KDD Society e la Ta’ Zelli sono le prime associazioni autorizzate a coltivare cannabis ricreativa, mentre altre quattro, con una licenza di principio, si trovano nella fase finale dell’approvazione. Cannabis che, come dichiarato dal direttore dell’ARUC Leonid McKay, sarà sottoposta a diversi test prima di poter essere dispensata.

La struttura dei prezzi invece è ancora in discussione, ma l’obiettivo è quello di mantenerli competitivi rispetto al mercato illecito, così che i consumatori, spinti dal vantaggio economico, preferiscano il commercio legale.

Inoltre, come già annunciato con le linee guida diffuse precedentemente, ogni associazione potrà avere un massimo di 500 associati residenti a Malta, e quindi non turisti, che pagheranno una piccola quota d’iscrizione e saranno istruiti per un consumo di cannabis responsabile.

E come giù succede nei Paesi che puntano sulla legalizzazione, parte dei profitti, circa il 10%, saranno destinati per sostenere iniziative socialmente utili. Invece, il 5% delle fatturato totale verrà donato all’ARUC che si impegna per promuovere un uso consapevole delle droghe.

Buttigieg ha infine confermato che il rilascio delle licenze segna un pietra miliare per Malta, il cui approccio rappresenta un esempio globale per tutti i Paesi che si avvicinano alla regolamentazione della cannabis.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio