HipHop skillz

Magaupload.com è stato chiuso per violazione del copyright

Magaupload.com è stato chiuso per violazione del copyrightDopo circa 24 ore dallo sciopero di internet i procuratori federali della Virginia chiudono il sito megaupload.com. La compagnia è stata accusata di violazione del copyright e delle leggi anti-pirateria.
L’FBI ha arrestato il fondatore di Megaupload, Kim Schmitz, e altri sette membri dello staff tutti con le medesime accuse. I responsabili rischiano 50 anni di carcere.

Questa vicenda ha provocato una perdita di oltre 500 milioni di dollari alla compagnia e inoltre ha creato disagi a tutti gli utenti che utilizzavano il servizio di megaupload e megavideo. Infatti molti rapper, ma non solo, lo utilizzavano per condividere mixtape, album, EP e quant’altro e molti nella giornata di ieri si son visti cancellare tutti i propri lavori caricati.

La risposta alla chiusura di Megaupload, annunciata su Twitter come#OpMegaUpload, è subito arrivata anche da parte di Anonymous che ha attaccato e reso irragiungibili i siti del dipartimento di Giustizia statunitense, della casa discografica Universal, della Recording Industry Association of America (Riaa) e della Motion Picture Association of America (Mpaa).

Ma prima di fare qualsiasi considerazione bisogna leggere i capi d’accusa. I suoi titolari non sono stati arrestati per semplice file sharing di materiale sotto copyright, ma perché lo utilizzavano a scopo di lucro. Stiamo parlando di gente che s’è fatta cinque Mercedes AMG e decine di milioni di profitti con Megaupload.

E ora? Sicuramente dimenticheremo presto Megaupload, perché ci sono tanti altri siti e aziende che offrono lo stesso servizio. Questo invece potrebbe essere il momento adatto per iniziare a riflettere sul futuro del copyright…

 

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button