Ricordo che era bello fermarsi a far benzina. “Controlliamo anche acqua ed olio?”, e giù chiacchiere su auto e motori. Il benzinaio era un punto di riferimento. Lo era anche la commessa al supermercato. La prima a lamentarsi di un aumento di prezzi. Ed anche la hostess al check-in in aeroporto con la quale potevi aver notizie del volo o tentare un upgrade.

Specie in estinzione, di cui resistono ben pochi esemplari. Macchine anonime hanno preso il loro posto e fanno il loro lavoro e quello di tante altre figure. E’ la modernità…

In verità non è così. Non mi sembra che i beni ed i servizi coinvolti in tale cambiamento siano migliorati e tanto meno che siano divenuti più economici. Tanta gente ha perso il lavoro ma quel lavoro solo in parte lo fanno le macchine che li hanno sostituiti. A far rifornimento, a pesar prodotti, a spedir valige e bagagli, siamo noi. Trasformati in benzinai e commesse e hostess in erba. E gratis!
Credo che questo sia uno degli esempi più macroscopici del fatto che lo sviluppo tecnologico non libera di per sé e che ciò che è rilevante è il suo uso, chi ne detiene il potere.

Oggi i risultati della scienza e del progresso tecnologico permetterebbero un mondo infinitamente migliore. Invece rischiano di essere usati per ridurre poteri e diritti di tanti, per far sopravvivere ed amplificare il potere ed il profitto dei pochi.

A meno che… non ci sia una presa di coscienza radicale e non si smetta tutti insieme di collaborare ai loro interessi e si ponga il problema di quelli di donne e uomini che hanno diritto a vivere sereni, come finalmente sarebbe possibile.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.