High times

Il Lussemburgo legalizza l’autoproduzione di cannabis

La legge è stata approvata dal Parlamento e manca solo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale

Lussemburgo autoproduzione cannabis
Con 38 voti favorevoli e 22 contrari il Parlamento del Lussemburgo ha finalmente reso legale l’autoproduzione di cannabis, diventando così il secondo Paese in Europa, dopo Malta, a fare il primo passo per mettere fine al proibizionismo.

AUTOPRODUZIONE DI CANNABIS IN LUSSEMBURGO

Nonostante il grande passo avanti c’è da dire che i politici del Paese hanno optato per una regolamentazione dura: i maggiorenni potranno coltivare 4 piante nella propria abitazione, a patto che non siano visibili dall’esterno.

Il consumo in pubblico resta vietato, e anche il possesso: fino a 3 grammi è prevista una multa compresa tra i 250 e i 500 euro, con più di 3 grammi si rischia una. multa da 251 a 2500 euro oltre a una pena detentiva da 8. giorni a 6 mesi.

La bozza di legge, appena approvata, era stata anticipata sul sito online della Camera dei deputati dei Lussemburgo e ora, dopo l’approvazione, manca solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Intanto sono arrivate le prime precisazioni dal ministro della Giustizia Sam Tanson che, oltre a sottolineare che “I semi per la coltivazione domestica non sono ancora disponibili nei negozi in Lussemburgo, le persone dovranno acquistare i semi online o all’estero”, ha fatto una puntualizzazione importante.

VERSO UNA COMPLETA LEGALIZZAZIONE DELLA CANNABIS

“La politica sulle droghe che perseguiamo da 50 anni è stata un fallimento”, ha infatti dichiarato alla Camera dei Deputati sottolineando il peso dell’approvazione di questa legge, che resta un primo passo verso una legalizzazione completa.

“Il secondo passo è sviluppare le catene di produzione e vendita di cannabis controllate dallo Stato”, ha affermato il relatore del Comitato giudiziario, Josée Lorsché. Il prossimo passaggio sarà infatti la creazione di un mercato regolamentato con 14 punti vendita a livello nazionale e una catena produttiva sotto al controllo dello Stato.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio