olio di palma leonardo di caprio

L’olio di palma, oltre ad essere demonizzato da quanti colgono una presunta correlazione tra la presenza di grassi saturi e malattie cardiovascolari, è anche responsabile della distruzione di un imponente ecosistema, perché le coltivazioni della palma da olio distruggono le foreste pluviali. A imporsi sullo scenario globale, non è stata la voce autorevole dei cosiddetti potenti del mondo, ma la condanna di uno degli attori cinematografici più amati dalle vecchie e nuove generazioni: Leonardo di Caprio.

Pochi sanno che l’attore si batte da tempo in difesa dell’ambiente e, in occasione della consegna dei premi World Economic Forum, oltre a denunciare i già citati danni conseguenti alla coltivazione della palma da olio, ha additato come responsabili dei disastrosi mutamenti climatici le multinazionali legate alle fonti fossili, condannandone la sete inestinguibile di profitti vertiginosi che decretano la progressiva deriva dell’ambiente. La protesta accorata di Di Caprio ha tracciato un quadro disastroso che accomuna realtà lontane e diverse, dai ghiacci dell’Artico ai contadini indiani defraudati del raccolto da condizioni climatiche avverse.

L’attore ha invitato il mondo intero a disintossicarsi dalla “dipendenza” dai combustibili tradizionali, per aprire le porte alle fonti rinnovabili, tecnologicamente avanzate e rispettose dell’ambiente. Jack Dawson, l’indimenticabile protagonista di Titanic è ritornato, non più per sottrarre alla morte la sua Rose, ma per salvare l’ambiente in pericolo!





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.