L'odio_fascettaAnche ultimamente si è tornati a parlare di banlieu parigine, di scontri, della rabbia di questi giovani francesi emarginati nei quartieri più poveri. E allora come non consigliare questo film, vecchio certo, ma non per questo meno attuale visto che nessuna pellicola riesce come questa a trattare il tema della periferia parigina.

Girato in un magnifico bianco e nero questo film trasporta lo spettatore sulla strada insieme ai tre protagonisti, riesce a spostare il nostro punto di vista e a renderlo più simile al loro, perché bisogna capire che tutto l’odio del film non nasce senza motivo ma ha una lontana e costante sorgente, quella del mondo borghese che non è disposto a cedere nulla del suo tiepido e accogliente stile di vita a favore di una più profonda comprensione dei problemi (lo stesso Sarkozy pochi giorni fa rifiutava di ammettere che le rivolte fossero frutto di un malessere sociale e liquidava chi era sceso in strada come semplice criminale). Un vero capolavoro che non a caso si è guadagnato una palma d’oro!

a cura di Giampaolo Berti





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.