Paese in lutto. L’Italia è fuori dai mondiali di calcio. È la notizia delle notizie, l’argomento di discussione di tanti, troppi.

Poco importa che il nostro paese sia alla deriva, che la nostra gioventù non abbia futuro, che le nostre classi dirigenti siano il peggio della storia italica e che l’opposizione, chi faceva sognare strepitosi cambiamenti, cerchi l’assenso rassicurante dei santi e dei padroni del mondo.

Questo è oramai il paese di Malgioglio e Signorinidi Barbara D’Urso e di eroi di cartone come Giletti. Un paese che guarda dal buco della serratura, che impazzisce per le prodezze erotiche della sorella di Belen, seduto sul divano ad imbottirsi di spazzatura e demagogia spicciola.

Un paese che da tempo non ha governanti eletti, cui si racconta ogni bugia, dalla ripresa dell’economia alle nostre posizioni “umanissime” sull’immigrazione, nel quale diritto e libertà subiscono quotidiani stupri come la cessione di ampi territori al malaffare e alle mafie, la cacciata dei pochi giornalisti onesti, il rifiuto della cittadinanza ai compagni di scuola dei nostri figli e….tace

Un paese che non vota più e sembra aver smarrito la speranza nel migliore dei casi, o, peggio, continua a danzare sul Titanic della sua storia che intanto affonda.

Un paese che oggi si strappa i capelli per l’esclusione dai mondiali e che non riesce a capire che questo è solo l’ennesimo segnale della sua decadenza cui non sa ribellarsi.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.