linux-tuxSentiamo sempre più spesso parlare di libertà, intesa nei canoni intrusioni, le infezioni da virus
più disparati, ma abbiamo mai pensato alla libertà in termini informatici? Quasi tutti di questi tempi abbiamo a che fare con i computer, ma abbiamo mai provato a scegliere il sistema operativo da utilizzare?

Quando si acquista un PC, di solito, si acquista anche un sistema operativo di casa Microsoft, dato che questa casa di Seattle detiene il monopolio delle vendite per i sistemi utilizzati sui computer per l’uso familiare: ma il successo di Windows è meritato? Ci troviamo davvero davanti un sistema che vale il (caro) prezzo al quale si acquista? E soprattutto, non è un bene poter scegliere cosa installare sulla propria macchina soprattutto in base alle proprie esigenze, anche di tipo finanziario?
Se fino a qualche tempo fa non avevamo la possibilità di renderci indipendenti dal monopolio di Bill Gates, al giorno d’oggi possiamo optare per un sistema operativo alternativo davvero fantastico: signore e signori, stiamo parlando di Linux!

Linux nacque nel 1991 dalle mani di Linus Torvalds, allora ventiduenne; egli creò il kernel, ossia la parte di software che serve a fare da interfaccia tra i programmi e i componenti fisici dei nostri computer. Per costruire un sistema operativo vero e proprio naturalmente servono anche dei programmi e delle interfacce grafiche che ci permettono di usare il computer con facilità; la persona che iniziò a creare questi programmi fu Richard Stallman, fondatore della Free Software Foundation (se volete approfondire l’argomento free software, cosa che vi consiglio di fare, visitate il sito www.gnu.org).
Le copie di Linux sono chiamate ‘distribuzioni’: sono delle raccolte che comprendono il kernel e una serie di programmi (che possono variare di distribuzione in distribuzione) tra i quali editor di testo, manipolatori di immagini, lettori multimediali e in generale tutto ciò che può servire all’utente finale per un utilizzo completo del PC. Esiste una schiera completa di programmi per tutti gli utilizzi possibili del computer. Potete sostituire tutti i programmi a pagamento comunemente utilizzati su Windows con alternativi gratuiti, ugualmente (se non superiormente) performanti, ed è possibile fare operazioni che prima ci parevano impensabili; una cosa che hanno in comune tutti i software che si trovano nelle distro (distribuzioni) è la licenza: tutti i programmi sono sotto licenza GNU, e quindi Free Software. È proprio sulla parola ‘free’ che si basa tutto il mondo Linux.

Il vocabolo ‘free’ non significa solo ‘gratuito’ ma anche ‘libero’ ed è proprio questa libertà a rendere Linux unico: il software libero è innanzi tutto liberamente distribuibile, ciò significa che si può copiare, regalare e distribuire nella più totale legalità; questo tipo di software inoltre viene distribuito con il suo codice sorgente (il termine Open Source, che incontrerete spessissimo quando si parla di software per Linux vuol dire letteralmente sorgente aperto. Il codice sorgente è la parte di programma che l’utente non vede, cioè l’insieme di tutte le istruzioni che costituiscono un programma) a tutto vantaggio degli informatici di tutto il mondo, i quali possono migliorare il programma, correggendo i vari errori o semplicemente aumentando le peculiarità dello stesso. Per fare un esempio immediatamente comprensibile si può pensare ad una ricetta: il cuoco che non crede nel software libero creerà magari un’ottima pietanza, ma la ricetta sarà legata solo ed esclusivamente alla sua esperienza; il cuoco che crede nel software libero, al contrario, metterà la ricetta a disposizione di altre persone e chi vorrà potrà contribuire allo sviluppo della ricetta, potendo contare sulla partecipazione di utenze diffuse in tutto il mondo; è naturale, a questo punto, chiedersi quale ricetta risulterà migliore alla fine e penso che la risposta venga da sè!

Uno dei cavalli di battaglia di Linux è certamente la sicurezza: il fatto che su questo sistema lavorino moltissime persone consente di avere una struttura migliore e un miglior controllo delle possibili falle di sicurezza che rendono possibili le intrusioni, le infezioni da virus o semplicemente la presenza di pubblicità indesiderata sul vostro sistema. Dimenticate i virus, in quanto Linux non è affetto da questi parassiti informatici e in generale tutti gli strumenti che compongono il sistema operativo sono a prova di disturbi vari: non vedrete popup indesiderati durante la navigazione e non saranno più cambiate le impostazioni del vostro browser per farvi visualizzare siti indesiderabili alla connessione, e questo giusto per citare alcune delle fastidiose e spiacevoli situazioni che capitano sempre più frequentemente usando Windows.

Linux non prese subito piede a causa della sua scarsa facilita d’uso: in passato configurare un PC con Linux non era certamente un’operazione semplicissima, ma al giorno d’oggi chiunque può cimentarsi e riuscire nell’impresa, grazie alle semplificazioni delle installazioni e alle interfacce grafiche sempre più comode da usare ma, soprattutto, grazie al fantastico supporto gratuito offerto dagli utenti più esperti. Il supporto è messo a disposizione tramite le mailing list, i blog o i forum ed è possibile trovare una soluzione a tutti i problemi possibili; un altro aiuto concreto è fornito dai LUG (Linux User Group, ovvero gruppo utenti Linux) che operano a livello provinciale: all’interno di questi gruppi troverete persone pronte a darvi aiuto per iniziare a usare questo sistema e in generale sono il punto di riferimento locale per tutto ciò che riguarda il “pinguino”.

Un ottimo punto di partenza per chi vorrà intraprendere l’avventura linuxiana, è contattare il LUG più vicino, troverete di sicuro aiuto per muovere i primi passi e, se siete capitati nel periodo giusto, potrete partecipare ad una “installation fest”, in pratica una giornata durante la quale il LUG che organizza l’evento mette a disposizione dei locali dove ci si reca con il proprio PC e si viene aiutati dagli utenti più esperti a installare Linux, oppure a configurare delle periferiche e, in generale, si può trovare risposta a tutti i dubbi che possono maturare in casi di difficoltà, immersi in un aria informale e con un’atmosfera di puro divertimento.

Per finire, ecco alcuni siti che vi consiglio di visitare:
WWW.DIZIONARIOINFORMATICO.COM
È un dizionario che spiega in semplici termini i vocaboli informatici: vi consiglio di consultarlo se non avete compreso il significato dei termini che incontrerete durante le vostre letture di tipo informatico.
WWW.STARTLINUX.ORG
Un buon sito guida per muovere i primi passi.
WWW.UBUNTU.COM
Home page della distribuzione Ubuntu, a detta di molti la versione migliore per iniziare.
HTTP://SIRACUSA.LINUX.IT
Da questa pagina potete iscrivervi alla Mailing List del LUG di Siracusa; è una Mailing List concepita per aiutare i nuovi utenti a districarsi con Linux.
HTTP://LUGMAP.LINUX.IT
Elenco completo dei LUG italiani: se state cercando un LUG vicino a voi questo è il link ideale!

Stefano Ferrante
aka CriSiS





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.