img5

I funzionari della sanità degli Stati Uniti stanno conducendo un’analisi per capire se la cannabis debba essere riclassificata secondo il diritto federale. La DEA ha infatti chiesto alla Food and Drug Administration (FDA) di effettuare una revisione dello status della marijuana, attualmente classificata come droga in tabella I. La rivelazione arriva da un funzionario dell’FDA nel corso di un’audizione al Congresso. La FDA valuterà se la marijuana soddisfa ancora i criteri della tabella I, che considera la cannabis come sostanza altamente pericolosa e senza utilizzi terapeutici. La classificazione è la più dura dei cinque programmi previsti dalla DEA e ha le maggiori restrizioni. La FDA ha precedentemente esaminato lo status della cannabis nel 2001 e nel 2006, concludendo entrambe le volte che dovrebbe rimanere in tabella I. Tuttavia, con 23 Stati che permettono l’utilizzo terapeutico della marijuana, molti ritengono che sia tempo di allentare le restrizioni federali in materia.

In un post sul proprio sito web l’agenzia ha osservato che: «Anche se la FDA non ha approvato alcun farmaco contenente o derivato dalla cannabis, è consapevole che esiste un notevole interesse nel suo uso per tentare di trattare una serie di condizioni mediche, tra le quali, ad esempio, glaucoma, sindrome da deperimento dovuta all’AIDS, dolore neuropatico, cancro, sclerosi multipla, nausea indotta da chemioterapia, e alcuni disturbi convulsivi».

La FDA si consulterà con il National Institute on Drug Abuse (NIDA) e il Dipartimento della Salute prima di presentare una raccomandazione finale alla DEA e non ha ancora stabilito le tempistiche entro le quali prenderà la sua decisione.

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.