Due differenti proposte di legalizzazione della cannabis in Portogallo sono state presentate giugno in Parlamento. L’occasione è stata quella di un dibattito parlamentare durante il quale due partiti, il Blocco di Sinistra e Iniziativa Liberale hanno fatto le loro proposte, stabilendo poi che entrambi i disegni di legge sarebbero stati inviati alla Commissione Sanità con la possibilità, per un periodo di 60 giorni, di effettuare audizioni pubbliche e presentare emendamenti e negoziati prima del voto decisivo in Parlamento.

Cosa dicono le due proposte di legge?

Entrambe le leggi hanno lo scopo di legalizzare la coltivazione, la distribuzione, l’acquisto, il possesso e il consumo di cannabis e derivati per l’uso ricreativo. Anche l’autoproduzione per uso personale sarebbe consentita se uno dei due progetti di legge fosse approvato, con un massimo di cinque o sei piante consentite (il Blocco di Sinistra propone cinque piante, Iniziativa Liberale ne propone sei).

Entrambi i progetti prevedono poi un limite alla quantità di cannabis che un individuo può acquistare in una sola volta, restrizioni per il consumo (non sarebbe consentito sul lavoro, nei luoghi pubblici al chiuso, in quelli destinati ai bambini, o sui mezzi pubblici, ad esempio) e poi limitazioni imposte dal governo alla vendita di prodotti contenenti alti livelli di THC, e regolamentazione per l’etichettatura con indicazioni degli effetti del consumo e avvertenze sulla salute.

La principale differenza invece è che il partito del Blocco di sinistra propone il controllo statale di tutto il processo di coltivazione, produzione e distribuzione, mentre Iniziativa Liberale lascerebbe molta più iniziativa ai privati. E poi le vedute sono diverse anche per il prezzo finale dei prodotti: mentre il Blocco di Sinistra propone un prezzo massimo di vendita imposto sulla base delle medie del mercato illecito per combattere il commercio illegale, Iniziativa liberale propone un approccio di libero mercato.

La situazione nel resto d’Europa

Bisogna sottolineare che, a livello europeo, sono ormai diversi i Paesi in cui c’è una discussione aperta in tema legalizzazione. Se in Svizzera sta per partire il progetto pilota sulla cannabis ricreativa, in Olanda si sta regolamentando la produzione, in Spagna il mercato è stato aperto con i Cannabis Social Club, mentre in Germania si inizia a discuterne e Lussemburgo e Malta hanno lanciato le proprie proposte, il Portogallo potrebbe battere tutti sul tempo.

Se secondo High Times il business della cannabis medica in Portogallo, che rifornisce anche il mercato tedesco, potrebbe essere una spinta in più nel regolare anche quello ricreativo, da Prohibition Partners fanno notare che “Secondo le nostre previsioni fino al 2025, prevediamo che il Portogallo potrebbe essere il secondo mercato di cannabis per adulti in Europa in termini di vendite, dietro ai Paesi Bassi, le cui sperimentazioni con cannabis per adulti dovrebbero essere operative entro il 2022 o il 2023 al più tardi”.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.