LifestyleMusica

Lazza, ecco perché il rapper che non vuole essere un rapper è un vero fuoriclasse

Lazza ha lanciato da poco Sirio, terzo album in studio di una carriera folgorante

Sirio, il terzo album di Lazza.
Sirio, il terzo album in studio di Lazza.

Lazza è uno dei rapper del momento, e ha pubblicato lo scorso aprile Sirio, il suo terzo album in studio. Proprio come l’esordio del 2017 con Zzala, Sirio ha stupito e colpito critica e pubblico. Questa volta anche per la maturità artistica: se il primo disco era stato considerato tecnicamente impeccabile, le 17 tracce di Sirio rivelano ancora più consapevolezza e maturità artistica per il rapper ventisettenne nato a Milano.

Tanto che Sirio è entrato di prepotenza al secondo posto della classifica globale di Spotify, battuto solo dal pop fast food di Camila Cabello e il suo ultimo album. Non male per un rapper di Calvairate, che del resto è anche il quartiere di altri rapper del momento come Rkomi e Tedua.

Lazza è uno che di musica se ne intende: gli piace il rap vecchio stile, gli piace la tra più moderna, gli piace la musica classica che ha studiato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. È anche uno che ha fatto parecchia gavetta e zero talent show, militando nelle crew Zero2 e Blocco Recordz fino ad approdare nel 2016 all’etichetta indipendente 333 Mob.

Oggi è uno fuori dai giri spacconi del rap e della trap ma allo stesso tempo fa tendenza nella musica globale: «Per quanto riguarda la violenza tra rapper, io cerco di tirarmene fuori. Ognuno è padrone delle sue scelte, io penso al mio business», ha detto ai microfoni di Say Waaad? da Radio DeeJay.

E sulla qualità del rap italiano non ha nessun dubbio: «A livello artistico in Italia non abbiamo nulla da invidiare a nessuno, ad oggi un producer come Drillionaire ha poco da invidiare ai nuovi esteri». E ha le idee molto chiare anche sui colleghi: «Secondo me Untouchable di TonyEffe è il disco del 2021. Nella mia top 5 di rapper italiani migliori della storia metto Sfera Ebbasta, i Club Dogo, Marracash, Emis Killa e Salmo. Mi ci metterei anche io, ma dovrei rinunciare a uno di loro».

Quello che ci piace di Lazza è che non rientra nei cliché del rap, come ha spiegato a Billboard: «Il rap è un genere molto macho, dove c’è sempre questo voler dimostrare di essere migliori degli altri. Io non mi sento più solo un rapper. Sono un liricista che può fare anche altro. Ho provato a guardare l’altro lato della medaglia, perché Sirio è la stella che brilla più di tutte, certo, ma è anche l’unica visibile quando non ci sono stelle in cielo».

Tutto sommato, il rap è cambiato e una certa attitude può essere lasciata anche indietro, nel passato. «Secondo me, dopo questi due anni di crash totale, non è bello che sbatti in faccia le cose a chi magari ha perso il lavoro. Persone che si son dovuti ipotecare la casa, non è bello. L’unica cosa che ho flexato è la Porsche, perché per me è un traguardo. Qualcosa che volevo da bambino», ha detto Lazza a Fanpage.

L’ultimo grande successo in termini di viralità per Lazza è I soldi e la droga, ultimo singolo di Jake La Furia nel quale il rapper di Sirio è featuring. L’ultimo estratto dall’album Ferro del mestiere è uscito qualche giorno fa come singolo sulle piattaforme musicali.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button