L’Austria è destinata a diventare il primo paese dell’Unione Europea a vietare completamente l’utilizzo di glifosato, il diserbante originariamente sviluppato dalla Monsanto e commercializzato sotto il nome di Roundup fortemente sospettato di essere cancerogeno. Il provvedimento austriaco potrebbe confliggere però con le leggi europee — nel 2017 l’Unione ha autorizzato l’utilizzo del glifosato per altri 5 anni.

Le prove scientifiche che sostengono l’effetto cancerogeno dell’erbicida stanno aumentando“, ha dichiarato Pamela Rendi-Wagner, rappresentante del Parlamento. “È nostra responsabilità eliminare questo veleno dal nostro ambiente“, ha aggiunto.

Al momento, negli Stati Uniti, più di 13.000 persone si stanno mobilitando per richiedere i danni alla Bayer, la multinazionale tedesca che ha acquisito Monsanto lo scorso anno. La compagnia è stata già condannata a pagare ingenti risarcimenti in tre casi davanti alla Corte della California, solo negli ultimi mesi. I verdetti non sono definitivi e Bayer sta facendo ricorso per tutti i provvedimenti.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.