La Corte suprema dell’Arabia Saudita ha stabilito che i tribunali dovranno imporre pene alternative alla fustigazione. La sentenza ha, tra l’altro, valore retroattivo. Ciò significa che anche le persone che sono state condannate in precedenza non saranno sottoposte a fustigazione. La pena sarà infatti convertita in anni di reclusione e in sanzioni pecuniarie.

A preoccupare le ong resta il ricorso continuo alla pena di morte che secondo Associated Press d’ora in avanti non verrà più destinata ai minori, salvo non siamo colpevoli di terrorismo.

 





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.