La Svizzera insiste sulla strada dell’attivazione di progetti pilota di legalizzazione della cannabis ad uso ricreativo. Lo ha ratificato il Consiglio degli Stati (ovvero la camera alta svizzera, nella quale sono rappresentati i cantoni) con un voto della Commissione volto ad approvare le misure legislative necessarie per la sperimentazione.

Nei mesi passati era stata la città di Berna ad approvare una legge comunale che autorizzava una legalizzazione in via sperimentale, prevedendo la vendita di cannabis in farmacia, per cominciare solo ad un campione di mille cittadini. Ma l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) aveva rifiutato di autorizzare la sperimentazione.

La UFSP aveva giustificato il proprio veto con il fatto che la legge attuale non consente il consumo di cannabis a fini non medici. Con 12 voti favorevoli, e senza alcuna opposizione, la commissione del Consiglio degli Stati ha dato appoggio ad un’iniziativa parlamentare che prevede di colmare questa lacuna e integrare la legge con un articolo sui progetti pilota.

Con le modifiche annunciate dovrebbero dunque diventare attuabili progetti di legalizzazione della cannabis, seppur in via sperimentale ed altre città come Ginevra, Zurigo, Basilea e Bienne hanno già manifestato il loro interesse per affiancare Berna in questa esperienza.

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy