Buone notizie

La resistenza indigena contro oleodotti e trivelle ha ridotto il 25% delle emissioni di gas serra di Usa e Canada

Il recente rapportoIndigenous Resistance Against Carbon” di Indigenous Environmental Network (IEN) e Oil Change International (OCI), ha scoperto che, negli ultimi 10 anni, la resistenza guidata dagli indigeni contro 21 progetti di combustibili fossili negli Usa e in Canada ha fermato o ritardato una quantità di emissioni di gas serra equivalenti ad almeno un quarto delle emissioni annue di Usa e Canada.

I ricercatori di IEN e OCI sottolineano che «In questo sforzo, i popoli indigeni hanno sviluppato campagne altamente efficaci che utilizzano un mix di azione diretta non violenta, lobbying politica, multimedia, disinvestimento e altre tattiche per ottenere vittorie nella lotta contro i progetti neoliberisti che cercano di distruggere il nostro mondo attraverso l’estrazione. In questo rapporto, dimostriamo l’impatto tangibile che queste campagne di resistenza indigene hanno avuto nella lotta contro l’espansione dei combustibili fossili in quelli  che attualmente vengono chiamati Canada e Stati Uniti d’America. Più specificamente, quantifichiamo le tonnellate di emissioni di anidride carbonica equivalente (CO2e) che sono state bloccate o ritardate nell’ultimo decennio grazie alle azioni coraggiose dei difensori della terra indigena».

E questo nonostante gli attacchi violenti contro gli attivisti indigeni si siano moltiplicati. Negli ultimi anni, le vittorie ottenute contro i progetti attraverso azioni dirette hanno portato più di 35 Stati  Usa a promulgare leggi anti-protesta, a incarcerare manifestanti pacifici che reagivano alle violenze di polizia e vigilantes privati delle compagnie petrolifere,  migliaia di dollari di multe e persino all’uccisione di noti attivisti.

Il rapporto e l’analisi dei dati di Goldtooth, Alberto Saldamando e Tom Goldtooth di IEN e Kyle Gracey e Collin Rees di OCI, hanno lo scopo di sfatare il mito che i difensori della terra e quelli in prima linea nelle lotte contro i progetti di combustibili fossili non stanno avendo impatto. «La vera speranza del rapporto era quella di dimostrare alla gente che stiamo vincendo e che possiamo vincere e  che queste lotte sono collegate tra loro, sono un ecosistema che sta aprendo la strada a un mondo migliore».





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.