Cannabis

La mappa della cannabis nel mondo: dove è legale o consentito fumare?

mappa-cannabisContinente per continente, stato per stato, quali sono i paesi dove l’uso di cannabis è legale, o comunque depenalizzato? Lo spiega una mappa interattiva pubblicata dal quotidiano spagnolo El Mundo, che si occupa di fornire una preziosa panoramica capace di rendere lo stato attuale delle politiche verso il consumo di cannabis nel mondo.

STATI IN CUI IL CONSUMO È LEGALE. I paesi dove esistono leggi che hanno interamente legalizzato il consumo sono ancora molto pochi. Cinque stati degli Usa: Colorado, Washington, Alaska, Oregon e distretto di Columbia; l’Uruguay (dove ogni cittadino maggiorenne può acquistare o coltivare cannabis registrandosi ad un albo dei consumatori) e la Corea del Nord. A questi vanno aggiunti l’Olanda (dove formalmente non è legale ma è tollerata la vendita di cannabis nei Coffee Shop) e il Banghladesh, dove non esiste alcuna legge che proibisca o regolamenti l’uso di cannabis, e quindi è di fatto totalmente legale.

STATI IN CUI IL CONSUMO È DEPENALIZZATO.
Più numerosa è la batteria di stati dove il consumo di cannabis è depenalizzato. Si tratta di normative tra loro diverse, talvolta anche con risvolti pesanti per i consumatori in termini di privazioni di diritti amministrativi o di multe pecuniarie, ma che condividono il fatto di non prevedere il carcere per i semplici consumatori. Tra questi paesi una buona parte d’Europa: Spagna, Portogallo, Italia, Svizzera, Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Romania e Belgio; parte dell’Australia (dove in alcuni distretti rimane reato penale anche il solo consumo) e diversi paesi del sud e centro America: Argentina, Cile, Paraguay, Perù, Colombia, Ecuador, Costa Rica, Giamaica e Messico.

STATI DOVE IL CONSUMO È ILLEGALE, MA NEI FATTI TOLLERATO. Si tratta di paesi dove la legislazione prevede che il consumo di cannabis sia reato penale, ma nei fatti si registra un’ampia tolleranza. Tra questi El Mundo inserisce il Brasile, il Nepal, l’India (dove il consumo è esplicitamente ammesso per scopi religiosi e, di fatto, non perseguito dalla polizia) e la Cambogia.

STATI DOVE IL CONSUMO È ANCORA CONDANNATO CON IL CARCERE. Nella maggioranza dei paesi del mondo l’utilizzo di cannabis rimane ancora totalmente illegale e passibile di processo. Si tratta di legislazioni ovviamente molto differenti, alcune delle quali prevedono molti anni di carcere o anche pene corporali (delle peggiori legislazioni al mondo abbiamo parlato in questo articolo), mentre altre prevedono pene più miti e raramente eseguite. Tra gli stati dove il consumo è ancora considerato un reato penale rimane buona parte dell’Europa (comprese Francia, Gran Bretagna e i paesi scandinavi) tutta L’Africa e buona parte dell’Asia e delle Americhe.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.