legalizzazione
La legalizzazione della cannabis nel nostro paese potrebbe valere la bellezza di oltre 10 miliardi di euro di fatturato annuo, oltre a “sottrarre terreno al traffico internazionale e avrebbe il vantaggio di far concentrare la fase investigativa sul livello alto delle organizzazioni criminali e sulla filiera economica che ne deriva”.

La stima economica arriva da un nuovo studio dei professori Ferdinando Ofria e Piero David dell’Università di Messina, che già da tempo, si dedicano alla tematica, mentre il virgolettato arriva direttamente da Cafiero De Raho, procuratore nazionale antimafia dal 2017, intervistato da L’Espresso.

Nuovi studi sulle prospettive economiche e i risvolti giuridici della legalizzazione della cannabis sono stati presentati dall’Università degli Studi di Messina durante il webinar “Cannabis? Meglio parlarne”, organizzato dal Dipartimento di Scienze cognitive, psicologiche, pedagogiche e degli studi culturali, in collaborazione con la campagna Meglio Legale.

Cannabis: il gettito fiscale sarebbe di oltre 6 miliardi di euro l’anno

“La regolamentazione del commercio della cannabis porta a una limitazione e una correzione del fenomeno” ha detto il professor Ferdinando Ofria, che ha continuato: “In primo luogo si assicura un miglioramento qualitativo del prodotto – attualmente la vendita di cannabis è in mano alla criminalità, quindi non vi è controllo e in molti casi il prodotto può contenere sostanze dannose come il piombo, spesso aggiunto per aumentare il peso. Attraverso un processo di legalizzazione questo mercato può aumentare il gettito fiscale, come per le sigarette ci sarà un elevato ingresso di denaro attraverso le imposte. Il nostro studio evidenzia fino a 6 miliardi di gettito fiscale aggiuntivo per lo Stato sottratto alle criminalità organizzate”.
Non solo, perché calerebbero le spese per le forze dell’ordine, magistratura e sistema carcerario. Per questa attività lo studio di Ofria e David stima un risparmio nel nostro Paese di 600 milioni di euro.

Legalizzazione: un mercato da oltre 10 miliardi di fatturato annuo

Le stime del possibile fatturato sono state fatte in due modi. “I sequestri sono il report più attendibile: se ci bassissimo su questi, il fatturato annuo sarebbe di 11,6 miliardi di euro“, spiegano i professori.La seconda via è il paragone con il Colorado, aggiustando i numeri per fare il confronto. “Prendendo ad esempio l’esperienza del Colorado e proiettando i dati sulla popolazione italiana (Colorado 5,6 milioni di abitanti/Italia, 60,4 milioni) con un peso fiscale totale del 32% (accise, tasse statali e locali), il gettito per una popolazione di 60,4 milioni di abitanti sarebbe di 3,26 miliardi di euro e un fatturato superiore ai 10 miliardi di euro, un valore in linea con quello stimato sulla base dei sequestri” ha concluso il professor David nella sua presentazione. 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.