Una politica decisamente all’avanguardia quella messa in atto dalla Francia, che dopo aver ospitato la COP21 nel 2015 si è posta degli obiettivi chiari e decisi per combattere l’inquinamento.

Dopo l’eliminazione delle buste di plastica non riutilizzabili è la volta di bicchieri, piatti e posate monouso. L’industria francese avrà tempo fino al 2020 per allinearsi alla nuova normativa. Entro 3 anni potranno produrre esclusivamente oggetti biodegradabili o compostabili.

Misure importanti certo, che hanno alzato non pochi polveroni mediatici, ma se veramente si vuole ridurre l’accumulo di rifiuti, promuovere l’acquisto di prodotti bio e diminuire drasticamente l’inquinamento da plastica è necessario cambiare.





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.